lunedì, Settembre 27, 2021
NewsTest Drive

Citroen AMI – In elettrico fin da piccoli

Citroen AMI

Citroen AMI: Il Brand francese si inserisce così nel mercato delle microcar, puntando ad elettrificare un segmento in cui l’attenzione all’ambiente non è ancora un fattore considerato. Ben venga quindi una rivoluzione elettrica, visto le necessità di utenti che in media percorrono pochi chilometri giornalieri e tutti in ambiente urbano, una condizione ideale per le propulsioni ad elettroni.

Vista poi la quantità di microveicoli in circolazione nelle grandi città italiane ci troviamo davanti ad un grande passo per il comfort acustico e la qualità dell’aria, in una veste così piccola. Le dimensioni sono sicuramente un fattore fondamentale in una vettura di questo genere, che riesce a parcheggiarsi in spazi poco più grandi di un motorino, mantenendo però la sicurezza e la praticità delle quattro ruote.

Citroen AMI

L’assenza delle vibrazioni, abbondanti invece nelle sue competitor termiche, aumenta il comfort di bordo, vero vanto Citroen, che ritroviamo anche in AMI grazie alla morbidezza dei sedili e l’ampio spazio per gambe e bagagli. Certo paragonarla al resto della gamma del Brand francese sarebbe ingiusto e poco costruttivo, visto l’interno in cui la plastica la fa da padrona ed alcune soluzioni pratiche ma qualitativamente opinabili per dividere gli spazi. Ma se confrontata con la concorrenza e rapportata al prezzo di acquisto si riesce ad apprezzare l’approccio progettuale e l’indiscussa funzionalità di questo mezzo.

Come per tutte le vetture elettriche l’autonomia rimane di importanza strategica, e considerando il poco spazio per posizionare le batterie e l’uso limitato di una microcar, non è difficile utilizzare Citroen Ami per due giorni con una ricarica.

Citroen AMI interni

Lascia un commento