Seguici sui Social

sabato, Luglio 13, 2024
NovitàTest Drive

Jeep Avenger 4xe – DNA 4X4 Offroad 

© Fornito da m3motorcube.com

Jeep Avenger non ha le caratteristiche hard che hanno reso celebre il marchio americano, ma è un suv compatto che piace e vende tanto. Un fine gioco stilistico e di marketing, che mixa a dovere il blasone Jeep con un SUV dalle forme accattivanti e dall’anima outdoor.

Tra le versioni già commercializzate mancava una variante elettrificata che mettesse in evidenza anche le caratteristiche offroad di Jeep, ed ecco allora puntuale Avenger 4xe, la risposta più moderna, ibrida e compatta alla richiesta del mercato. 

La Avenger era l’unica Jeep a non offrire la trazione integrale al debutto? Una mancanza che viene ora colmata con la versione 4xe, completando così la gamma della piccola più venduta in Italia.

Rispetto alle sorelle, è equipaggiata con un nuovo motore 3 cilindri 1.2 mild hybrid a 48 volt da 136 CV, già impiegato su altri modelli del gruppo Stellantis, abbinato a un cambio automatico a doppia frizione a 6 rapporti.

In più abbiamo due motori elettrici, uno da 28 CV che muove le ruote anteriori ed un secondo, sempre da 28 CV, montato sull’asse posteriore, che garantisce il funzionamento anche se la batteria a 48 volt è scarica. Così, la Jeep Avenger 4xe offre 36 CV e 25 Nm in più rispetto alla versione a trazione anteriore, permettendo un’accelerazione più rapida (0-100 km/h in 9,5 secondi) e una velocità massima superiore (194 km/h).

Ma quello che fa di Avenger 4xe una Jeep che si rispetti, è assecondare al meglio la guida soprattutto fuori dall’asfalto cittadino, assicurando miglioramenti rispetto alla versione a trazione anteriore non solo in virtù dei due motori elettrici, ma soprattutto per gli importanti aggiornamenti a livello di sospensioni posteriori multilink a 4 bracci, con angoli specifici per l’offroad (attacco 22°, dosso 21°, uscita 35°), un’altezza da terra aumentata di 10 mm (ora 21 cm) e una capacità di guado fino a 40 cm. La Avenger 4xe supera pendenze fino al 40% su terreni difficili come la ghiaia e fino al 20% in totale assenza di aderenza sull’asse anteriore.

Fino a 30 km/h, tutte e quattro le ruote sono attive con una ripartizione 50:50; da 30 a 90 km/h, la trazione posteriore si attiva su richiesta della centralina, mentre sopra i 90 km/h, il motore elettrico posteriore si scollega per ridurre il consumo di carburante, lasciando il compito alle sole ruote anteriori.

Il sistema Selec-Terrain migliora l’aderenza della Jeep Avenger 4xe sui terreni difficili, permettendo di scegliere tra diverse modalità di guida. In Auto, la trazione integrale si attiva su richiesta, ed è ideale per la guida quotidiana. In Snow, migliora il controllo della stabilità e la trazione integrale intelligente, utile per condizioni invernali. Sand&Mud è pensata per terreni irregolari con rapporti del cambio specifici. Infine, la modalità Sport esalta potenza e coppia del sistema 4xe, aggiungendo l’e-boost alle ruote posteriori.

I prezzi dovrebbero aggirarsi intorno ai 30.000 € in allestimento base

La Jeep Avenger 4xe presenta anche modifiche al design: barre sul tetto di serie, gancio di traino, fendinebbia ridisegnati per una migliore visibilità notturna, paraurti antigraffio con una maggiore protezione per la targa. Tra gli optional, fasce adesive opache per evitare riflessi del sole e pneumatici M+S di serie, con opzione All Terrain.

Gli interni sono dotati di sedili in materiale resistente, completamente impermeabile e trattati antimacchia e antifango. Il baule ha una capacità ridotta rispetto alla versione a trazione anteriore, con un doppio fondo più piccolo, offrendo 325 litri contro i 380 complessivi, ma alla fine non è un dato significativo per chi sceglie una 4X4. Dato significativo invece, è il prezzo che dovrebbe ruotare intorno ai 30.000 euro di base, per crescere negli allestimenti più ricchi.

Un costo decisamente alto per un SUV compatto come Avenger, che vediamo più a suo agio svicolare tra gli intricati centri storici che impegnata in un ambiente offroad. Perché è talmente “stilosa” e bella da vedere, che sarebbe un peccato infangarla fino al tetto o graffiarla in mezzo ad un rovo… Per essere perfettamente in linea col marchio, avrebbe avuto bisogno di qualche paracolpi in più, un’altezza maggiore da terra e quella certa spartanita’ che trasformano un’auto normale in un fuoristrada vero, magari col fregio Jeep ben in evidenza e sporco di fango… 

LEGGI ANCHE:

Jeep Experience, il successo dei primi tre appuntamenti

Nuova Jeep Avenger 4xe a trazione integrale: più libertà e divertimento

Lascia un commento