Seguici sui Social

NovitàTest Drive

Volkswagen ID. Buzz GTX – Il Bulli da corsa

In principio era il Bulli, quello a fiori anni 60 in stile Woodstock, da li ad oggi tante ere, rivoluzioni e modelli hanno accompagnato il simpatico furgoncino Volkswagen fino alla rinascita in chiave moderna dell’attuale ID. Buzz, un po’ meno colorato ma senz’altro più comodo e silenzioso rispetto al celebre antenato.

Nato al 100% elettrico, ed ora nella nuova versione GTX anche super sportivo, cosa strana per un furgoncino nato per viaggiare in compagnia. Comunque tant’è, ecco il van più potente mai prodotto dalla Volkswagen con i suoi 340 cavalli subito pronti grazie alle performance elettriche e la trazione integrale 4Motion per andare davvero ovunque.

Se ve lo trovate alle spalle, lo riconoscete subito, è quello con la mascherina grande anido d’ape e i fari a Led di forma allungata. La verve prestazionale sale e le scarpe si ingrossano, per rimanere ben saldi sull’asfalto ecco dei bei cerchi neri da ben 21 pollici, optional irrinunciabile al posto di quelli da 19 di serie.

A completare l’opera la colorazione rossa con tetto a contrasto, ci sembra la più indicata per la variante high performanceGTX. Sotto al cofano, si fa per dire, si nascondono due motori, uno che gestisce le ruote anteriori e uno sulle posteriori che gestiscono la trazione integrale 4Motion scaricano a terra i famosi 340 cv.

Le prestazioni a dir poco esuberanti visto il mezzo, si quantificano in un’accelerazione da 0 a 100 km/h in poco più di 6 secondi ed una velocità massima autolimitata di 160 km/h. Ma il dato che più torna utile viste le caratteristiche del Bulli da corsa, è la capacità di rimorchiare fino a 1.800 kg.

Potenza Max 340 CV
Coppia Max550 Nm
Accelerazione da 0-100 km/h6,5 sec
Velocità Max autolimitata160 km/h

L’ID. Buzz GTX è disponibile in due versioni, una con dimensioni standard e batteria da 79kWh ed una a passo lungo e batteria da 86 kWh. Per assecondare anche le percorrenze più lunghe, d’altronde il Bulli anche se elettrico è nato per viaggiare, torna utile la ricarica rapida, che viene supportata fino a 200 kW in corrente continua, con tempi di ricarica dal 10 all’80% in poco più di venti minuti.

Non aspettatevi percorrenze record, ma i suoi400km fino alla ricarica li assicura anche se la verve sportiva non lo aiuta ad andar a passo da parata.

Dentro è un salotto comodo e ben rifinito che può ospitare da 5 passeggeri fino a 7 posti con relativi bagagli. La versione standard a cinque posti ha una capacità di carico tra1.121 e 2.123 litri, mentre quella a passo lungo tra 1.340 e 2.469 litri, con ulteriori 306 litri di spazio con la terza fila dei sedili.

Volante e sedili sono sportivi e non mancano le finiture rosse per caratterizzare l’impronta sportiva. Tra le novità, l’head-up display ed il sistema di infotainment di ultima generazione con schermo touch da quasi 13 pollici che ingloba tra le funzioni ChatGPT con i comandi vocali.

Davvero bello il tetto panoramico Smart Glass che rende ancora di più l’idea di spazio e libertà a bordo. Insomma tra il Bulli stile hippy di Woodstock e il Bulli elettrico da corsa GTX c’è un mondo in mezzo, ma quello che non cambia è lo spirito libero di questo iconico furgoncino.

LEGGI ANCHE:

Volkswagen Golf compie 50 anni: la storia e i successi

New Volkswagen ID3 – Black Forest Experience

    Lascia un commento