Seguici sui Social

martedì, Maggio 28, 2024
Hybrid ElectricNovitàTest Drive

Nuova Dacia Duster Extreme 2024: tanta roba!

Quella di Dacia è una bella storia da raccontare ed io sono un suo grande fan. In un mercato ormai impazzito, contraddistinto da prezzi folli e listini alle stelle, la casa rumena ma di proprietà Renault, è rimasta fedele a sé stessa puntando su modelli alla portata di tutti. 

E questo, non certamente a discapito della qualità perché quella è garantita da Renault. Se poi aggiungiamo il fatto che negli ultimi mesi le Dacia sono state oggetto di una bella rivoluzione stilistica che le ha letteralmente svecchiate e modernizzate, beh… tanta roba. 

Il nuovo logo.

Logo nuova Dacia Duster Extreme 2024

Quando vidi per la prima volta il nuovo logo pensai: “Ma che roba è questa?!?” Poi, invece, una volta visto il nuovo logo applicato sulle vetture, beh… tanta roba e mi sono dovuto ricredere. Tanto che, se ci fosse un premio al “muso più bello di una vettura”, quello, secondo me, lo vincerebbe proprio Dacia. 

Che bel look! 

Dacia Duster 4×4 Extreme si presenta con una tinta molto personale: si tratta della colorazione Verde Oxide. Una sfumatura che, in abbinamento ai cerchi da 17 pollici Tergan neri, le regala tantissimo carattere. Siamo lontani anni luce dai colori spenti e un po’ anonimi delle Duster di qualche anno fa. A ciò si aggiungono i dettagli color rame ripresi sulle calotte dei retrovisori, sulla placchetta vicino ai passaruota e sulla scritta Dacia del portellone posteriore. Anche il nuovo lettering fa la sua degna figura. Sul frontale è scomparso quello scudetto un po’ datato, lasciando il posto a un logo stilizzato che rappresenta le lettere ”D” e ”C”, affiancato da luci LED a forma di ”Y” rovesciata. Non a caso, uno degli artefici del rilancio stilistico di Dacia è stato proprio quell’Alejandro Mesonero Romanos che ora dirige il Centro Stile Alfa Romeo. Unico dettaglio un po’ stonato sono le luci abbaglianti: sono ancora con lampadine alogene, paradossalmente gli anabbaglianti LED illuminano meglio.

Nuova dacia Duster Extreme 2024

Un buon equilibrio. Anche estetico!

Questione interni: anche qui il miglioramento c’è stato e si nota. Seppur dominate da materiali rigidi al tatto, la plancia e i rivestimenti laterali hanno un loro equilibrio. Il merito è degli accenti color rame ripresi sulle bocchette dell’aria, sulle cuciture delle sedute e sui bordi del cambio. Sicuramente la differenza la fanno i sedili bi-color, con un tessuto (TEP Microcloud), che sembra quasi scamosciato. Non va dimenticato poi che le sellerie sono facilmente lavabili e sono abbinate a tappetini in plastica con bordo rialzato, utilissimi quando si rientra dal mare con piedi sporchi di sabbia. Basta rimuoverli, una sbattuta e tornano subito pulitissimi: niente macchie o aloni di sporcizia. Nell’insieme la plancia è abbastanza minimale, indicatori analogici per tachimetro e contagiri, piccolo schermo TFT centrale che riporta i dati di marcia e display centrale Media Nav da 8 pollici. Seppur spartano nel layout, il touchscreen dell’infotainment mi permette di collegare il mio IPhone e accedere ad Apple CarPlay (anche senza cavo, in modalità wireless). Entro, accendo il quadrante e lo schermo dello smartphone viene replicato all’istante senza incertezze o ritardi: nel corso della vacanza CarPlay si rivelerà uno strumento davvero provvidenziale!

Ottimo bagagliaio.

Da sempre Dacia è sinonimo di massima praticità. Inutile dire che Duster incarna al meglio questa caratteristica vincente. Le misure non sono poi così cambiate dal 2010: i suoi 4,31 metri in lunghezza restano più che sufficienti per una famiglia di quattro persone. Con il divanetto posteriore abbassato si ottengono i 1.559 litri di capacità massima del bagagliaio. Resto piacevolmente sorpreso quando alzando il doppiofondo alla ricerca di spazio aggiuntivo noto il ruotino di scorta. 

Trazione integrale on-demand ”vecchia maniera”.

Dacia Duster 4×4 dispone di una trazione integrale on-demand ”vecchia maniera”, nessun motore elettrico a spingere le ruote posteriori, ma un bell’albero di trasmissione che arriva direttamente al retrotreno. Il tutto si gestisce da un pratico selettore subito dietro la leva del cambio. Tre sono le modalità disponibili: 2WD, Auto(con l’elettronica dell’auto che fa tutto in autonomia decidendo quando dare trazione al posteriore) e Lock, che blocca il differenziale centrale distribuendo la coppia 50:50 fra anteriore e posteriore. Il cambio è un manuale 6 marce, abbinato a un convincente 1.5 Blue dCi 4 cilindri a gasolio che sviluppa 115 CV di potenza per 260 Nm di coppia. A sottolineare la vocazione fuoristradistica ci pensano poi un’altezza libera da terra di 21,4 centimetri e angoli di attacco, dosso e uscita rispettivamente di 30, 21 e 33 gradi. Come se non bastasse su questa Duster è presente di serie anche l’Hill Descent Control, che mantiene costante la velocità sulle discese ripide, evitando lo slittamento delle ruote. A disposizione degli amanti dell’off-road c’è anche una pagina dedicata sul display principale che riporta l’inclinazione laterale e longitudinale dell’auto e un altimetro.

Selettore trazione integrale on-demand. 2WD, Auto, Lock.

Con il serbatoio da 50 litri pieno di gasolio, la Duster riesce a percorrere oltre 900 kmI consumi? Al termine della prova il computer di bordo indica 5,4 l/100 km, un dato di tutto rispetto!

SCHEDA TECNICA DACIA DUSTER EXTREME 4X4 2024

  • Motore: 1.5 Blue dCi, 4 cilindri turbo Diesel
  • Potenza massima: 115 CV a 3.750 giri/min.
  • Coppia massima: 260 Nm a 1.750-2.750 giri/min.
  • Prestazioni: Vel. Max. 174 km/h | 0-100 km/h in 10,2 secondi 
  • Trazione: Integrale on-demand
  • Cambio: Manuale 6 marce
  • Dimensioni: 4,34 x 1,80 x 1,69 m
  • Passo: 2,67 m
  • Posti: 5
  • Massa a vuoto: 1.439 kg
  • Bagagliaio: Da 414 litri a 1.559 litri
  • Consumi (misto WLTP): 5,3-5,4 l/100 km
  • Emissioni CO2 (WLTP): 139-141 g/km
  • Prezzo: A partire da 22.900 euro 

Guarda le foto degli Interni della nuova Dacia Duster Extreme 2024

Lascia un commento