Seguici sui Social

Novità

Expo No Limits insieme a Sport Village by Coni

Le nuove tecnologie coinvolgono il mondo dello sport e con l’avvento degli E-Sports ora il cammino è ancora più veloce.

Per la prima volta in Europa si svolge una fiera che, in ambito sportivo, mette in contatto diretto domanda e offerta, ovvero Federazioni e società Sportive. Queste possono dialogare direttamente con imprese che offrono prodotti e servizi tecnologicamente avanzati.

Expo No Limits a Bologna Fiere

 Expo No Limits si terrà durante LIBERAMENTE a Bologna Fiere dal 23 al 25 febbraio 2024 in due padiglioni per oltre 14.000 metri quadri. Qui le società sportive e gli appassionati potranno incontrare praticamente tutte le Federazioni e Discipline Sportive e le imprese che offrono simulatori, visori, software, abbigliamento e materiali tecnologici, servizi per la sicurezza degli atleti, maxischermi e quanto può servire per la completa gestione delle attività sportive a tutti i livelli.

Questa fiera riguarda sia gli sport tradizionali che gli Sport Virtuali, o E-Sports poiché, seguendo le indicazioni date dal CIO, tutte le Federazioni Sportive devono gestire anche la parte elettronica delle proprie discipline. Si parla già di eventi di livello olimpico a iniziare dal 2026.

Oggi sono oltre 1.000 le associazioni sportive in Italia che hanno dimostrato concretamente interesse verso il mondo dei videogames organizzando team che partecipano a tornei e campionati a vari livelli, come esempio nel mondo del calcio dalla Lega Calcio di Seria A e B e dalla Lega Nazionale Dilettanti.

La necessità di introdurre tecnologie come collegamenti internet efficienti e postazioni di gioco giustifica un momento di incontro come Expo No Limits.

Le parole di Maurizio Miazga

Maurizio Miazga, presidente di WESDA World E-Sports Development Alliance e di Assoproma, ideatore di questo evento, ha dichiarato: “

È una grande opportunità per il mondo sportivo scoprire i simulatori e l’interesse sta aumentando giorno dopo giorno. La disponibilità di Bologna Fiere e del CONI Emilia Romagna ha consentito una integrazione includendo le discipline elettroniche impensabili fino a qualche anno fa“.

In futuro ci sarà un aumento esponenziale della domanda di questi servizi all’interno delle strutture sportive, poiché è interesse delle società intercettare i milioni di appassionati di videogames.

Sono diversi milioni gli italiani che giocano a casa propria con i videogiochi. Poterlo fare anche in ambito sportivo è un plus che le Federazioni possono introdurre velocemente grazie alla esperienza che WESDA mette a disposizione.

Nel settore E-Sports l’investimento iniziale per offrire un buon servizio non supera i 10.000 euro mettendo in conto alcune postazioni con console tipo Playstation o Xbox, i videogames che servono per poter giocare e la formazione per i coach e i tecnici.

I player hanno l’opportunità di allenarsi in un ambiente sportivo acquisendo la mentalità di “atleta” con tutti i valori che lo sport sa offrire.

È un nuovo mercato per oltre 100.000 società sportive che hanno la opportunità unica di conoscere e provare prodotti e servizi innovativi come i simulatori ritenuti dal Consiglio dell’Unione “parte integrante dell’ecosistema delle industrie culturali e creative” utilizzati in modo consono alla promozione dello sport reale permettendo ai praticanti di conoscere le regole dei vari sport.

Durante Expo No Limits si terranno vari convegni e seminari con la partecipazione di alcune università italiane e cinesi, esperti in questi settori su temi molto interessanti come, ad esempio, la salute e il benessere degli atleti, le innovazioni tecnologiche e la formazione.

LEGGI ANCHE:

Honda Africa Twin Adventure Sports in Sardegna

Alpine affianca Orient Express per l’America’s Cup 2024

Lascia un commento