Seguici sui Social

NovitàTest Drive

Range Rover Evoque – SUV formato single

Quando fu presentato, Evoque rivoluzionò i canoni stilistici dell’epoca, mai nessun suv era stato così stiloso e compatto nelle dimensioni. Un vero colpo di genio stilistico accompagnato da una campagna marketing altrettanto efficace che lo pose in breve tempo ai vertici della categoria.

Insomma, tutti volevano Evoque e in Land Rover avevano indovinato il prodotto che pagava gli stipendi, menomale. Il problema è che lo comprava, oltre al single che al massimo caricava la sacca da golf, anche il professionista che teneva famiglia, e lì dietro nel micro bagagliaio proprio non entravano le valigie di moglie e figlia.

E con stile, non ci vai in viaggio se le sacche strabordano, quindi la parabola evocò pian piano al basso e la moda che pagava gli stipendi scemò via via. Oggi Evoque ritorna e punta ad una clientela forse meno folta ma più dinamica, accompagnato sempre da uno stile inconfondibile ma anche da motori elettrificati e devoluti rispetto a prima.

Vista da fuori si nota ben poco, il design non è stato stravolto, mentre a bordo le novità riguardano la plancia.

Disponibile in 4 allestimenti: S, Dynamic SE, Dynamic HSE,Autobiography.

Nel frontale si nota la nuova mascherina che fa da cornice ai fari a LED con una nuova firma luminosa più moderna e sportiva. In coda i cambiamenti sono davvero minimi, l’idea è quella di non cambiare più del dovuto qualcosa che ancora funziona sul mercato. Tante le colorazioni disponibili e ben 8 versioni di cerchi in lega fino a 21 pollici di diametro per personalizzare la nuova Evoque.

Tante le novità a bordo che riguardano infotainment dotato di display da 11 pollici e nuova console centrale. Sono aumentati anche i vani portaoggetti e non manca l’utile caricatore wireless per gli smartphone, grazie alla ridisegnata console centrale. Il sistema di bordo supporta Apple CarPlay, Android Auto e l’assistente vocale Amazon Alexa.

Gli interni ed i sedili si possono scegliere in tessuto o in pelle. Sotto al cofano arrivano solo motorizzazioni elettrificate. Rimangono in listino le versioni diesel abbinate al sistema Mild Hybrid, nelle varianti da 163 CV con trazione anteriore e cambio manuale o, viceversa, da 163 CV con trazione integrale e cambio automatico o da204 CV trazione integrale e cambio automatico.

Oppure si può optare per i benzina Mild Hybrid da 160 CV con trazione anteriore e cambio automaticoo 249 CV con trazione integrale e cambio automatico. Ma la vera novità è il modello P300 e abbinato ad un powertrain Plug-in, che dispone di 309 CV e 540 Nm di coppia.

Evoque alla spina assicura performance di tutto rispetto, accelera da 0 a 100 km/h in 6,4secondi, ma cosa più importante, ha un’autonomia elettrica di 62 km che consente di utilizzarlo in modalità full electric per gli spostamenti casa lavoro in città.

Come al solito, è una scelta interessante ma va ragionata in considerazione delle proprie esigenze e possibilità di ricarica, altrimenti meglio scegliere un mild-hybrid.

E veniamo al punto debole, Evoque continua ad avere una capacità di carico appena sufficiente, quindi valutate bene se la scelta di stile fa al caso vostro oppure scegliere qualcosa di meno stiloso ma più pratico e confortevole.

LEGGI ANCHE:

Range Rover, la nuova Sport SV: Suv High Performance

Range Rover presenta la nuova Sport SV. Nuovo look e prestazioni da top di gamma

Lascia un commento