Seguici sui Social

NovitàTest Drive

Smart #1 Pulse & Pro – Citycar o 4X4?

Assodato il fatto che della vecchia rivoluzionaria smartina che si parcheggiava in un fazzoletto rimane solo il nome, del nuovo suv in chiave smart andiamo a conoscere le due varianti disponibili che vanno ad affiancare la sportivissima Brabus. Quella più funzionale ed economica, Pro, e quella più accessoriata e cara, Pulse, che dispone della trazione4X4.

La smart #1 Pro è la cittadina premium che si posiziona come porta d’ingresso alla gamma, mentre la smart #1 Pulse guadagna la trazione integrale AWD, fino ad oggi disponibile solo per la BRABUS, e si pone come un’alternativa fruibile anche per sfruttarla nell’outdoor per una clientela più dinamica.

Smart #1 Pro è offerta in promo fino al 31.1.2024 con finanziamento lancio di 48 rate da 290 € e anticipo 6.000 €: prezzo di 37.548 €.S mart #1 Pulse parte invece da 46.610 €.

Per entrambe le versioni si può usufruire degli incentivi statali, per far l’esempio con la Pro, vanno dedotti attualmente: 3000 euro o 5000 euro con rottamazione. A parte la differenza di prezzo di quasi 10mila euro, per la scelta vale la pena capire che tipo di utilizzo se ne vuole fare, perché appare completamente inutile andare a spendere di più per la Pulse 4 wd se le nostre esigenze sono prettamente cittadine.

Già la Pro è perfetta per l’utilizzo di tutti i giorni ed è la migliore scelta per chi è alla ricerca di una soluzione di mobilità full electric per gli spostamenti casa lavoro o per essere sfruttata nei weekend.

Per chi invece, vuole un’auto comunque elettrica ma più versatile e in grado di diventare un ottima alternativa ai suv tradizionali, la Pulse è un’alternativa valida per essere anche l’unica auto di famiglia.

Smart #1 Pro è una cittadina premium con una dotazione di serie comunque completa, una buona autonomia di 310 km sufficiente per gli spostamenti quotidiani. Interni spaziosi e uno studio accurato sulla modularità ne fanno una scelta vincente per tutti coloro che ricercano un suv di dimensioni compatte ma con una forte carica di originalità.

La batteria da 49 kWh seppur più piccola rispetto a quella delle sue sorelle, Pulse e Brabus, accetta potenze di ricarica superiori rispetto a molte delle sue concorrenti. Con il picco fino a 130 kW i tempi di ricarica rimangono inferiori ai 30 minuti per caricare dal 10 all’80%. Quanto alle capacità di ricarica in AC il charger di bordo monofase da 7,4 kW consente di fare il pieno in una notte,5,5 h sempre dal 20 all’80%.

Anche sul fronte delle prestazioni nessun compromesso: 272 CV di potenza disponibili lasciano ampio spazio al piacere di guida, senza intaccare le proverbiali doti di sicurezza e comfort. Anche la versione Pro offre, infatti, una dotazione premium di prim’ordine, a partire dall’offerta diADAS disponibili.

Sono, infatti, di serie: frenata autonoma d’emergenza, mitigazione della collisione anteriore e posteriore, assistente alla manovra evasiva, rilevamento dell’angolo cieco, assistente al cambio di corsia, avviso di apertura porta, allarme traffico trasversale, anteriore, posteriore e smart Pilot con attivazione della funzione di controllo longitudinale e laterale del veicolo. Anche il sistema automatico di parcheggio appare come un utile alleato, visto che la smart vitaminizzata è si compatta ma mai quanto la vecchia inimitabile smartina.

Quindi ben venga la funzione parking con telecamera a 360 gradi e sensori di parcheggio. Premium anche a bordo, con soluzioni di connettività ed infotainment di ultima generazione, sedili anteriori regolabili elettricamente e riscaldatati, volante multifunzione, illuminazione ambiente a 64 colori e il sedile posteriore regolabile longitudinalmente che la rende modulabile a nostro piacimento.

La smart #1 Pulse, invece, è quel qualcosa in più che la rende sfruttabile in tutte le occasioni. Grazie ai due motori elettrici posizionati sui due assi, smart #1 Pulse eroga una potenza di 428 CV, distribuita a terra attraverso la trazione integrale AWD, dispone di una coppia massima di 584 Nm e assicura un’accelerazione da 0 a 100 km/h di 4,5 secondi, numeri da sportiva.

La batteria da 66 kWh consente un’autonomia WLTP di 400 km e può essere ricaricata in AC dal 10-80%, con charger da 22 kW, in circa 3 ore. In corrente continua, fino a 150kW, consente di fare il pieno di energia in poco più di 30 minuti. Anche la versione Pulse, offre una dotazione di serie molto completa, sia dal punto di vista della sicurezza che del comfort, con un livello di infotainment estremamente evoluto, ma al tempo stesso semplice ed intuitivo come da tradizione smart.

Insomma, scordatevi delle dimensioni della vecchia smartina ma ricordatevi che l’originalità è un marchio di fabbrica ancora ben presente nel mondo smart, dedicate a chi non vuole passare inosservato.

LEGGI ANCHE:

Smart #1 Pro e Pulse. Ecco la sorpresa di Natale

Smart #1: Addio rivoluzionaria “smartina”, inizia l’era del Transformer Suv

Lascia un commento