Seguici sui Social

martedì, Maggio 28, 2024
AttualitàEventi

Volvo Studio Milano presenta il programma 2024

Volvo Studio Milano ha annunciato il suo fitto programma di eventi per il 2024. Tema principale sarà l’Entanglement, inteso come connessione tra le persone per l’espressione della creatività.

La comunicazione dei programmi 2024 di Volvo Studio Milano è stata data oggi nel corso di una conferenza stampa tenutasi al Volvo Studio Milano.  Inaugurato nel corso del 2017, il Volvo Studio Milano è oggi un punto di riferimento riconosciuto e apprezzato dal pubblico per la diffusione della Cultura in città.

Volvo Studio Milano

Ad ispirare gli interventi è stato il concetto di Entanglement, un fenomeno descritto nell’ambito della meccanica quantistica che ha assunto una valenza ulteriore applicabile in molti altri contesti della scienza, della tecnologia, della filosofia, dell’ecologia e della sociologia. In sintesi, nella sua interpretazione più estensiva, il termine definisce ciò che, a livello micro, può generare effetti a livello macro attraverso l’interazione, la correlazione e la connessione.

Trasferendo tale affermazione all’espressione artistica, si trova il leitmotiv dei prossimi appuntamenti del Volvo Studio Milano. Vita, arte e filosofia sono inseparabilmente intrecciate e questa condizione aiuta a comprendere la natura umana. La vita fornisce all’arte le sue materie prime, ma l’arte ridefinisce la vita fornendo risorse per comprendere sé stessi. La biologia o le scienze cognitive non possono raccontare una storia completa di una persona; l’arte e la filosofia invece sono in grado di farlo perché ci liberano, almeno in una certa misura, dalle convenzioni e dalle abitudini. In tal senso va interpretata la natura sperimentale e inedita della maggior parte delle proposte artistiche ospitate al Volvo Studio Milano, che sono spesso frutto dell’interazione di elementi e contesti apparentemente slegati e distanti.

Small is Mighty

Nel mondo Volvo il concetto di Entanglement si collega in modo forte a quello di Small is Mighty, il claim con il quale è stata lanciata la nuova EX30 tutta elettrica, l’auto di dimensioni più ridotte mai prodotta da Volvo. In virtù dei suoi contenuti a dispetto delle dimensioni compatte, Volvo EX30 è di fatto qualcosa di ‘piccolo’ in grado di produrre ‘grandi’ effetti. Il tema in questo caso è quello della riduzione delle emissioni di CO2 – cruciale per Volvo – e della difesa dell’Ambiente. La nuova EX30 è la Volvo con l’impronta di carbonio più bassa di sempre, un risultato al quale concorrono una serie di soluzioni tecniche, di design e di scelte costruttive applicate all’auto che messe insieme colgono un obiettivo di ampia portata. Un esempio di Entanglement nel senso di connessione e interazione fra diverse parti: il piccolo, la riduzione, il minore consumo, il risparmio, il riciclo generano effetti positivi in quanto si riflettono sull’ambiente al quale sono interconnessi (entangled).

La Milanesiana e La nave di Teseo

Dopo l’ottimo risconto avuto nei due anni precedenti, anche per il 2024 il Volvo Studio Milano ospiterà̀ nelle giornate 11-13 giugno alcuni degli eventi previsti nella venticinquesima edizione de La Milanesiana. Ma il Volvo Studio vedrà anche un prologo esclusivo con la mostra Scerbanenco secondo Fior dedicata all’incontro tra il mondo narrativo di Giorgio Scerbanenco e l’interpretazione visiva del fumettista Manuele Fior. La mostra – una prima assoluta per la città di Milano – sarà inaugurata il 19 marzo e racconterà di un intenso incontro tra letteratura e arte visiva, un connubio tra tradizione e innovazione con due grandissimi talenti in un’unica esperienza culturale. Al Volvo Studio Milano verranno esposte 21 tavole con le illustrazioni create da Manuele Fior, le stesse che accompagnano le nuove edizioni dei romanzi di Giorgio Scerbanenco pubblicati da La nave di Teseo. Sarà un’occasione unica per esplorare il mondo di Scerbanenco attraverso gli occhi e il talento di un artista contemporaneo. La mostra è a cura di Elisabetta Sgarbi con la collaborazione di Cecilia Scerbanenco, figlia di Giorgio Scerbanenco. Il catalogo ufficiale della mostra è edito dalla Fondazione Elisabetta Sgarbi.

BAM e Visioni Diacroniche

Spinta dal riscontro ottenuto dall’edizione 2023, torna e si consolida la rassegna di arte contemporanea Visioni Diacroniche: mondi in dialogo tra ecosistemi naturali e arte contemporanea, il progetto curato da Francesca Colombo, Direttore Generale Culturale di BAM – Biblioteca degli Alberi Milano e Ilaria Bonacossa, Direttrice del MNAD – Museo Nazionale di Arte Digitale, Milano.

Attraverso opere e ricerche di artisti internazionali, il ciclo articolato su tre appuntamenti (14/02 – 13/03 -10/04) esplora universi in cui il micro diventa macro e viceversa e nei quali l’arte è intesa come trasformazione e rigenerazione in grado di creare connessioni tra discipline, individui e società.

Il progetto Visioni Diacroniche amplia la partnership fra BAM e Volvo, che è Park Ambassador sin dagli esordi nel 2019. In questo contesto si collocano i BAMoff, momenti culturali della programmazione di BAM che trovano dimora all’interno del Volvo Studio Milano. Sei gli eventi condivisi previsti per il 2024.

Volvo Studio Milano

Triennale Milano Teatro e il progetto Esplorazioni

Uno dei progetti più interessanti degli ultimi due anni di programmazione del Volvo Studio torna con la sua terza edizione. Esplorazioni è un ciclo realizzato in collaborazione con Triennale Milano Teatro e imperniato sulla contaminazione fra danza, musica live e improvvisazione. I quattro appuntamenti in programma (tbd/10 – 12/11 – 20/11 – 03/12) riprendono il viaggio nella scena musicale e coreografica italiana più originale e affascinante. La proposta integra i valori di Volvo consolidando un percorso di ricerca e scoperta artistica basate sull’incontro e la relazione (Entanglement): relazione col nuovo, relazione con una forma espressiva distante, relazione con uno spazio inusuale e aperto a illimitate prospettive. Esplorazioni lavorerà nuovamente sulla potenza generativa dell’incontro e sulle possibilità date.

Ponderosa Music&Art: un calendario di conferme

Da sempre filone principale dell’attività del Volvo Studio, la Musica propone quest’anno un calendario ricco di ulteriori, gradite conferme grazie alla rinnovata partnership con Ponderosa Music&Art. A cominciare dalla terza edizione del ciclo Un Mare di Suoni, grazie al quale si parte di nuovo e immediatamente alla scoperta del Mediterraneo inteso come luogo evolutivo di connessioni musicali e trasformazioni culturali. Il Mediterraneo da sempre evoca storie di popoli e culture in continua trasformazione e contaminazione. Qui i suoni varcano nuovi confini: navigano in piena libertà e si mescolano spontaneamente gli uni agli altri, in tutte le terre che incontrano, in un perfetto esempio di Entanglement musicale. I quattro appuntamenti in programma (15/02 – 07/03 – 04/04 – 11/04) incroceranno la musicalità partenopea con sonorità contemporanee di terre come la Tunisia, l’Andalusia o l’Albania.

BASE Milano fa Rumore in Studio

Al Volvo Studio Milano arriva Rumore in Studio, ciclo articolato su quattro appuntamenti da febbraio a maggio (07/02 – 06/03 – 18/04 – 09/05) curati da BASE Milano e dedicati alle sperimentazioni elettroniche. In ognuna delle serate si assisterà a fusioni di modern classic ed elettronica, con influenze jazz, contaminazioni folk, tracce di avant-garde pop, a dare vita ad ampie sonorità e atmosfere avvolgenti per un impatto a vasto eco.

Lascia un commento