Seguici sui Social

martedì, Maggio 28, 2024
AttualitàEventiHi-TecHybrid Electric

CES 2024. Il futuro secondo Hyundai

L’esposizione presso il CES di Las Vegas mostra la visione di Hyundai per una trasformazione alimentata dall’idrogeno, software-driven e dalle tecnologie di tutto il Gruppo.

Hyundai ha presentato le tecnologie del futuro di Hyundai Motor Group (il Gruppo) al CES 2024, a Las Vegas fino al 12 gennaio.

Con il tema “Ease every way”, Hyundai presenta una ridefinizione del proprio ruolo nella creazione di una vita di tutti i giorni più confortevole, andando oltre la mobilità per portare innovazione nella quotidianità, ponendo l’uomo al centro attraverso il completamento di un ecosistema energetico a idrogeno e uno spostamento verso approcci software-defined.

L’esposizione di Hyundai al CES di quest’anno, nella West Hall del Las Vegas Convention Center (LVCC), è tre volte più grande rispetto a quella del CES 2022 e si estende su una superficie di circa 21.600 metri quadrati.

Attraverso questa mostra, Hyundai intende offrire ai clienti un viaggio esperienziale nella visione di un futuro incentrato sull’uomo attraverso l’introduzione di tecnologie dimostrative chiave nel campo dell’idrogeno e del software, oltre a concetti di mobilità futura.

CES 2024. Transizione verso una società a idrogeno

Hyundai ha annunciato l’intenzione di espandere HTWO, il suo brand di celle a combustibile, in un business della catena del valore dell’idrogeno completa per il Gruppo, e ha annunciato una soluzione “HTWO Grid” che accelererà la transizione verso una società a idrogeno.

HTWO sfrutta le capacità di ogni affiliata del Gruppo per offrire un pacchetto ottimizzato e personalizzato che integra soluzioni unitarie (“Grid”) per soddisfare le diverse caratteristiche ambientali e le esigenze dei clienti in ogni fase di produzione, stoccaggio, trasporto e utilizzo dell’idrogeno.

Al CES, Hyundai espone dei tavoli multimediali in grado di spiegare le tecnologie che saranno applicate in ogni fase della catena del valore e di illustrare la direzione futura dell’azienda che accelererà la transizione.

In primo luogo, nel tavolo della fase di produzione, i visitatori possono osservare la tecnologia di produzione dell’idrogeno a circolazione di risorse, che comprende due approcci: Plastic-to-Hydrogen (P2H) e Waste-to-Hydrogen (W2H), e un processo di idrogeno verde.

Il P2H prevede la fusione dei rifiuti plastici che non possono essere riciclati, come la plastica contaminata e i rifiuti vinilici, che possono essere trasformati in energia pulita da idrogeno. Questo processo può essere realizzato combinando la tecnologia di liquefazione sviluppata da Hyundai Engineering e la tecnologia di gassificazione della compagnia petrolifera e del gas Shell

Il W2H è un processo che converte il biogas dei rifiuti organici, come il letame e i rifiuti alimentari, in idrogeno. Hyundai Engineering & Construction (E&C) e Hyundai Rotem stanno collaborando per migliorare lo sviluppo tecnologico di questo processo. Una rappresentazione del processo W2H, esposta accanto al tavolo multimediale HTWO Grid, mostra il procedimento che porta dalla raccolta del biogas alla produzione di idrogeno, alla cattura del carbonio e alla stazione di rifornimento di idrogeno.

In mostra anche il generatore mobile a celle a combustibile, che fornisce elettricità esclusivamente attraverso lo stack di celle a combustibile, senza la necessità di ulteriori dispositivi ausiliari di stoccaggio dell’energia. Può essere utilizzato in vari campi e può fornire energia in situazioni di emergenza, come interruzioni di corrente, o in ambienti dove è difficile accedere a un’altra fonte di alimentazione. Il generatore mobile a celle a combustibile è stato utilizzato attivamente nelle competizioni Electric Touring Car Racing (ETCR). Per garantire il funzionamento continuo dei veicoli elettrici ad alte prestazioni per tutte le aziende partecipanti alla competizione, Hyundai ha creato un’infrastruttura di ricarica utilizzando il suo sistema di celle a combustibile a idrogeno. Le auto da corsa della serie ETCR ricaricano le loro batterie utilizzando l’elettricità generata dal generatore di celle a combustibile prodotto dal Gruppo.

I visitatori dello stand potranno anche scoprire come Hyundai Steel si stia preparando a creare un sistema di produzione di acciaio verde per ridurre le emissioni di carbonio nel processo di produzione. L’obiettivo è quello di ridurre le emissioni di carbonio dirette e indirette del 12% entro il 2030 e di arrivare a zero emissioni entro il 2050. Introducendo processi ecologici che sostituiscono gli altiforni con forni elettrici ad arco e utilizzando idrogeno ed energia rinnovabile al posto dell’energia prodotta da fonti non rinnovabili, le emissioni di carbonio nel processo di produzione dell’acciaio vengono ridotte in modo significativo.

Da SDV a SDx (“Software-defined Everything”)

Al CES 2024, Hyundai presenta mostre e video che introducono le principali tecnologie “software-defined vehicle” (SDV) in fase di sviluppo da parte del centro software globale del Gruppo, 42dot, sottolineando l’importanza del software (SW) e dell’intelligenza artificiale nel diventare un fornitore di soluzioni di mobilità intelligente. Hyundai mira a ridefinire tutto, dai veicoli agli ambienti circostanti, con SW e AI, promuovendo l’espansione da SDV a SDx (“Software-defined Everything”). L’esposizione al CES mette in evidenza gli attuali servizi pratici di mobilità software-defined del Gruppo e le tecnologie che promuovono l’estensione di SDx.

L’architettura elettrica/elettronica (E/E) rappresenta la struttura hardware di base degli SDV e mostra il quadro operativo e la struttura funzionale in cui le telecamere, i radar e i sensori del veicolo raccolgono i dati dell’ambiente, consentendo la guida autonoma attraverso il controller integrato e un computer di bordo ad alte prestazioni (HPVC) incorporato nel veicolo. Questa mostra illustra come la struttura hardware del veicolo si semplifichi con la transizione verso l’SDV, fornendo una visione più intuitiva.

DICEㆍSPACEㆍCITY POD: la mobilità del futuro al CES 2024

Il Gruppo presenta un concept di servizio di mobilità basato sull’idrogeno che collega la vita di tutti, offrendo un’esperienza di comodità e libertà di movimento in linea con la visione di “Ease every way”, come presentato al CES 2024. In questa mostra i visitatori potranno esplorare le future soluzioni di mobilità del Gruppo, che spaziano dalla mobilità personale a quella pubblica e alla logistica, realizzando una visione incentrata sull’uomo che si estende dagli individui alle città.

DICE (Digital Curated Experience), infuso con l’intelligenza artificiale, è una piattaforma di mobilità personale che fornisce servizi curati attraverso una tecnologia software personalizzata per gli individui. Grazie a un display circondato su tre lati, è possibile un’esperienza mobile più coinvolgente. Il controller “Ring Pad”, un’interfaccia cinetica che è una forma evoluta di un’interfaccia fissa dei veicoli esistenti, consente di comunicare con l’IA e di regolare l’ambiente di DICE. Include una telecamera a rilevamento biologico per creare un ambiente ottimizzato e un airbag per la sicurezza. Quando si utilizza DICE per viaggiare, è possibile ricevere suggerimenti di viaggio curati attraverso l’integrazione dei dispositivi personali, che tengono conto di orari, destinazioni e altro. Inoltre, DICE è in grado di cambiare itinerario in risposta a un improvviso cambiamento di programma e di attivare la “Therapy Mode”, che monitora le condizioni dell’utente attraverso un rilevamento biologico continuo.

Lascia un commento