Seguici sui Social

martedì, Maggio 28, 2024
NovitàSport

Formula 1, il futuro riparte da Monza

La Formula 1 riparte da Monza. Venerdì 30 agosto 2024, in occasione della 95esima edizione del “Pirelli Formula 1 Gran Premio d’Italia“, l’Autodromo Nazionale Monza – il circuito più antico, prestigioso e veloce del mondo F1 – dopo 140 giorni di lavori e investimenti per complessivi 21 milioni di euro, si presenterà a piloti, team, addetti ai lavori, media, tifosi e appassionati con anima e corpo completamente rinnovati.

Ci sarà infatti un restyling che renderà “Il Tempio della velocità” più moderno, performante, sicuro, confortevole e sostenibile. Un impegno per adeguarsi agli standard della Formula 1 moderna.

Monza, gli interventi più significativi

Grazie all’utilizzo di materiali ottenuti da materie prime rigenerate e rigenerabili, gli interventi comporteranno uno scarso sfruttamento di risorse vergini. Inoltre l’impatto sull’ambiente naturale del parco sarà minimo. Sarà garantita la riduzione sia dell’inquinamento atmosferico che di quello acustico.

  • Pavimentazione flessibile di nuova concezione che renderà il tracciato più performante, sia in termini di velocità che di resistenza.
  • Demolizione e ricostruzione dei cordoli presenti lungo le curve.
  • Rifacimento del sistema di raccolta delle acque e drenaggio (il nuovo sistema è stato studiato, specificatamente, per far fronte ai sempre più frequenti eventi atmosferici estremi).
  • Riqualificazione del viale di ingresso da Vedano.
  • Demolizione e ricostruzione di 3 sottopassi (ingresso Santa Maria alle Selve, adiacente alla piscina, e i due che raggiungono viale Mirabello, passando sotto il rettifilo compreso tra variante Ascari e curva Parabolica-Alboreto).
  • Realizzazione di un nuovo sottopasso che collegherà Porta Vedano alla Parabolica.
  • Realizzazione di nuovi percorsi pedonali in calcestre, materiale ideale per pavimentazioni pedonali all’aperto.

In tutti i sottopassi, per garantire la massima sicurezza a tutti, traffico pedonale e veicolare saranno separati. Inoltre ci sarà un nuovo accesso, funzionale e sicuro, per i mezzi pesanti.

Le parole di Angelo Sticchi Damiani

Il Presidente Automobile Club Italia ha dichiarato: “Vogliamo coniugare la storia straordinaria di questo impianto, che ha ospitato le gesta dei campionissimi di tutti i tempi del motorsport mondiale, con la ricerca tecnologica e le soluzioni architettoniche più all’avanguardia, naturalmente nel massimo rispetto del luogo iconico nel quale siamo.  Siamo infatti all’interno del secondo parco recintato in Europa come estensione, un parco vincolato, un tesoro da custodire anche per le generazioni future. All’interno di questo contesto abbiamo progettato e da oggi in avanti lavoreremo per la realizzazione di un progetto ambizioso che avrà come scopo, nel giro di tre anni, quello di completare un restyling significativo dell’Autodromo. L’obiettivo, quello di far sì che il nostro impianto si allinei ai migliori circuiti di tutto il mondo, come qualità dell’offerta fornita, conservando il plus degli oltre cento anni di storia, patrimonio unico dell’Autodromo Nazionale Monza“.

Le parole di Stefano Domenicali

Il Presidente e a.d. Formula 1 ha commentato: “Gli importanti lavori che iniziano qui oggi rappresentano il primo passo che serve ad adeguare l’impianto di Monza agli standard richiesti dalla moderna Formula 1. Voglio ringraziare il Ministro per le Infrastrutture e i Trasporti, il Presidente della Lombardia, il Presidente dell’Automobile Club d’Italia e il sindaco di Monza per lo sforzo  che ha portato a questo annuncio e a rendere possibile gli investimenti. Non vedo l’ora che questi lavori siano completati in tempo per il Gran Premio d’Italia di settembre e auspico che l’intero programma di lavori continui nei prossimi anni“.

Le dichiarazioni di Attilio Fontana

Il Presidente della Regione Lombardia ha aggiunto: “Il complesso del Parco e della Villa Reale di Monza è un gioiello della nostra Lombardia che ospita attività importanti. Tra queste l’Autodromo dove si svolge il Gran Premio di Monza che ha una storia e una fama con pochi eguali e un importante ritorno per il territorio. Regione Lombardia ha sempre sostenuto con risorse consistenti sia il complesso della Villa Reale, con 55 milioni di euro per la realizzazione del masterplan, sia ACI, con 32 milioni di euro di risorse autonome e 25 milioni derivate dallo Stato, per i lavori che permetteranno di usare gli impianti al meglio possibile con un importante ritorno economico. Ci auguriamo che le opere di ristrutturazione, che oggi partono, siano realizzate nei tempi previsti e che al più presto si concretizzino anche i lavori previsti su tribune e box. Confidiamo, inoltre, che le Istituzioni nazionali continuino a sostenere insieme a noi, il Parco di Monza con la sua Villa e il Gran Premio“.

Il commento di Paolo Pilotto

Il Sindaco di Monza ha concluso: “L’impegno costante di tutti i soggetti pubblici coinvolti ha consentito di arrivare alla giornata di oggi con l’avvio dei lavori. In particolare abbiamo dedicato grande attenzione a mantenere un equilibrio stabile e rigoroso tra le esigenze dell’impianto sportivo – che vanta una storia gloriosa – e il rispetto del patrimonio culturale e ambientale che lo circonda, altrettanto storico e prestigioso. Quello di oggi è certamente un traguardo, ma anche una sfida nell’assicurare qualità e precisione dell’esecuzione, coniugandole con il rispetto dei tempi previsti: una prova di velocità e abilità che il circuito richiede e che siamo certi sarà applicata anche alle altre opere che il capoluogo della Brianza attende, a partire dal prolungamento della linea M5 da Milano a Monza“.

LEGGI ANCHE:

Formula 1: in Spagna vince Lewis Hamilton

Formula 1: In Australia vince Verstappen davanti alle 2 Ferrari, Vettel torna in testa al mondiale

Lascia un commento