Seguici sui Social

martedì, Maggio 28, 2024
EventiHi-TecHybrid Electric

CES 2024. Hyundai svela la sua visione del futuro

Con il tema “Ease every way”, Hyundai presenterà una serie innovazioni incentrate sull’uomo con l’energia a idrogeno, i software e l’intelligenza artificiale (IA) nell’ambito del CES al Las Vegas Convention Center, dal 9 al 12 gennaio.

Con il tema “Ease every way”, Hyundai presenta al CES 2024 la propria visione per una trasformazione alimentata a idrogeno e guidata dai software e dall’intelligenza artificiale andando oltre alle tradizionali applicazioni di mobilità.

In linea con la visione del marchio di Hyundai Motor, “Progress for Humanity”, il tema “Ease every way” riflette l’obiettivo dell’azienda di creare un ambiente di vita confortevole e piacevole fornendo tre valori universali fondamentali di libertà, sicurezza ed equità alla comunità globale. Il tema va oltre il mero valore di utilità fisica della tecnologia e si rivolge alla complessa vita quotidiana delle persone, offrendo libertà dalle varie limitazioni, sicurezza per le comunità grazie ai software, e una riduzione delle emissioni di gas serra grazie all’idrogeno, nonché facilitando un’equa accessibilità all’energia pulita e ai servizi correlati.

Innovazione per la produzione, lo stoccaggio, il trasporto e l’utilizzo dell’idrogeno

L’idrogeno svolge un ruolo cruciale nella tabella di marcia della sostenibilità di Hyundai come fonte di energia pulita, con l’acqua come unica sostanza emessa quando viene utilizzato come carburante.

Al CES 2024, Hyundai ha sottolineato l’espansione di HTWO da azienda dedicata ai sistemi di celle a combustibile a vero business dell’intera catena del valore dell’idrogeno di Hyundai Motor Group. HTWO abbraccia ora le diverse aziende del Gruppo, consentendo coinvolgimento in ogni fase della catena del valore dell’idrogeno pulito, dalla produzione allo stoccaggio, al trasporto e all’utilizzo. HTWO rappresenta “Idrogeno” e “Umanità”, i due pilastri principali del business delle celle a combustibile di Hyundai.

Attraverso il marchio HTWO, Hyundai Motor Group prevede di acquistare 3 milioni di tonnellate di idrogeno all’anno entro il 2035, alimentando attività come la logistica pulita, la produzione di acciaio verde e la generazione di energia.

Durante la presentazione al CES 2024, Chang Hwan Kim, Senior Vice President e Head of Hydrogen Fuel Cell and Battery Development, ha spiegato che Hyundai sta anche sviluppando capacità di produzione di elettrolizzatori a membrana PEM su scala megawatt per la produzione di idrogeno verde, la cui commercializzazione è prevista entro i prossimi anni. Hyundai intende raggiungere un prezzo competitivo rispetto alle tecnologie PEM esistenti: sebbene l’attuale prezzo di mercato degli elettrolizzatori PEM sia circa 1,5 volte superiore a quello degli elettrolizzatori alcalini, l’azienda è fiduciosa che il prezzo scenderà al di sotto di questi ultimi grazie alla condivisione dei componenti.

Hyundai al CES 2024

Inoltre, il Gruppo si sta concentrando sulla tecnologia di produzione di idrogeno a ricircolo di risorse che mira a trasformare gli inquinanti ambientali in idrogeno pulito. La tecnologia di ricircolo delle risorse su cui Hyundai si concentra comprende due approcci: Waste-to-Hydrogen (W2H) e Plastic-to-Hydrogen (P2H). Il W2H prevede la fermentazione dei rifiuti organici, come cibo, fanghi e letame, per generare biogas. Questo biogas viene poi trattato per catturare l’anidride carbonica e produrre idrogeno. Il P2H, invece, prevede la fusione dei rifiuti plastici che non possono essere riciclati, la gassificazione della plastica fusa e la produzione di idrogeno attraverso la rimozione degli elementi non necessari.

Hyundai sta sviluppando attivamente soluzioni a idrogeno su misura per le esigenze specifiche dei clienti. In Georgia, sta lavorando al Clean Logistics Project, che ruota attorno allo sviluppo di una catena del valore della mobilità a idrogeno presso Hyundai Motor Group Metaplant America (HMGMA). Questo stabilimento dedicato ai veicoli elettrici (EV) in costruzione in Georgia prevede di produrre fino a 300.000 EV all’anno. Attraverso il Clean Logistics Project, Metaplant integrerà una catena del valore dell’idrogeno completa, iniziando con l’impiego di camion XCIENT Fuel Cell per gestire la logistica dello stabilimento. Hyundai sta avviando questo progetto attraverso l’utilizzo di H₂, sostenuto da affiliate del Gruppo, con l’obiettivo di stabilire le basi di un’infrastruttura per l’idrogeno.

Hyundai al CES 2024

SDx: ecosistema di mobilità con software e IA

Al CES, Hyundai annuncia la sua strategia “Software-defined Everything” (SDx), che mira a trasformare tutti i dispositivi, le flotte e gli ecosistemi di mobilità in beni di valore grazie a software avanzati e IA.

La strategia del Gruppo inizia con lo sviluppo di “Software-Defined Vehicle” (SDV), che consiste nell’incorporare i metodi di sviluppo del software nella progettazione automobilistica, separando l’hardware dal software per consentire l’aggiornamento e l’avanzamento indipendenti di ciascuno di essi.

Per migliorare l’esperienza dell’utente, il Gruppo prevede di sviluppare un nuovo sistema di infotainment che supporti il mercato delle applicazioni per veicoli. Fornirà anche kit di progettazione software (SDK) agli sviluppatori per la creazione di killer app. Inoltre, il Gruppo intende integrare il proprio modello linguistico esteso (LLM) nell’assistente IA e nel sistema di navigazione. Questa integrazione consentirà un’interazione e un’esperienza d’uso più facile e naturale, portando inoltre a una maggiore sicurezza per l’utente.

Hyundai al CES 2024

La trasformazione dei veicoli in ‘macchine AI’ consentirà al Gruppo di automatizzare la manutenzione e gli aggiornamenti dei veicoli, di semplificare o eliminare le attività più tediose, di fornire dati trasparenti, di prevenire e risolvere tempestivamente potenziali problemi, di personalizzare l’esperienza degli utenti e di accelerare il miglioramento dei servizi e delle soluzioni per offrire un valore aggiunto agli utenti. Tutto ciò contribuirà a rendere stabile ed efficiente il funzionamento non solo dei dispositivi, ma anche della mobilità, della logistica e del sistema operativo urbano nel suo complesso.

Lascia un commento