Seguici sui Social

NovitàTest Drive

Mercedes Vito ed e-Vito, Classe V e VMarcoPolo, EQV – Non chiamateli solo furgoni

Se la gamma auto Mercedes vi sembra vasta, quella che va dai Van ai veicoli commerciali non è da meno. Una delle più fornite ed articolate che si possono trovare sul mercato, non per niente è la preferita dai clienti professionali come gli NCC, che ne apprezzano la qualità e versatilità dei prodotti.

E chi macina chilometri day by day va ascoltato. Ecco perché Mercedes-Benz Vans ha rimescolato la sua gamma andando a rivoluzionare il design e sopratutto gli interni ed i sistemi tecnologici collegati. I protagonisti si chiamano Vito, con il gemello elettrico e Vito, la Classe V, con la compagine elettrica EQV e infine, ma non ultimo, la Classe V MarcoPolo, il camper di lusso re dell’outdoor di classe.

Insomma, lo stato dell’arte nel variegato mercato dei furgoni, monovolumi e mini camper. Ovviamente, con Vito che rappresenta la top class dei veicoli commerciali leggeri e la Classe V che si conferma una suite su gomma per il trasporto passeggeri. Ai due modi diversi di configurazione dei furgoni, si abbinano le versioni full electric e Vito ed EQV, che si affiancano alle motorizzazioni tradizionali.

Sotto al cofano troviamo semprele varianti 2.0 diesel da 102,136, 163, 190 o237 cavalli, con cambio automatico 9G-Tronic. L’e-Vito Furgone, invece, è spinto dal motore elettrico da 116 CV, con batteria da 60 kWh egarantisce fino a 314 km di autonomia, mentre l’eVito Tourer è spinto dal motore da 204CV, con doppia opzione per la batteria da 60 o 90 kWh ed un’autonomia dichiarata rispettivamente fino a 239 e 370 km.

Motore Elettrico204 CV
Batteria66 kWh
Autonomia Max363 km

La variante elettrica EQV sarà disponibile unicamente con motore elettrico da 204 CV con batteria da 66 kWh per un’autonomia massima di 363 km.

Vito è disponibile nelle varianti Tourer, Furgone e Mixto, con gli allestimenti Base, Pro e Select. Il design evoluto di eVito e Vito li rende ancora più caratteristici e riconoscibili grazie a un frontale su cui campeggia una vistosa grigliadel radiatore in diverse forme a seconda dei modelli e a un paraurti ridisegnato.

A livello estetico, la nuova Classe V concentra le novità sul frontale, dove troviamo una nuova griglia, con cornice cromata, progettata in maniera diversa, a seconda dell’allestimento scelto (Style, Avantgard e ed Exclusive, oltre a quello base). La top di gamma Exclusive presenta la Stella in posizione verticale sul cofano, mentre la versione elettrica EQV propone due lamelle verniciate con effetto tridimensionale e la Stella centrale.

L’abitacolo del rinnovato van della Stella propone un mix di spazio, materiali d’alta gamma e di tecnologia, con quest’ultima in primo piano. Il cruscotto è stato rinnovato con l’ultima generazione del sistema multimediale MBUX, con il doppio display da 12,3 pollici, ciascuno con una risoluzione di 1.920×720 pixel in ottica widescreen.

Propone tutte le funzioni presenti sulle vetture della Stella, a partire dalla navigazione(anche intelligente per la versione elettrica),passando per la compatibilità con gli smartphone, le app di streaming musicali come Spotify integrate, l’assistente vocale ‘Hey Mercedes’ e l’utilizzo della realtà aumentata sulle mappe per la navigazione.

C’è poi la versione Marco Polo, quella che trasforma la Classe V in un camper, che riprende le motorizzazioni diesel del modello termico, sempre abbinato al cambio automatico 9G-Tronic. Di serie, questa versione offre un tetto a soffietto con letto da 2,05metri, panca/lettino, tavolo ribaltabile, cucina completamente attrezzata con due fuochi, frigo portatile e armadio con specchio cosmetico.

La panca del sedile posteriore, inoltre, può essere trasformata in un letto matrimoniale di2,03 x 1,13 metri, con la semplice pressione di un pulsante. Insomma di tutto e di più, avete capito perché i VAN della stella non vanno chiamati solo furgoni?

LEGGI ANCHE:

Nuova Mercedes Classe E 220d – Best in Class

Mercedes AMG: la gamma full electric per il nuovo Luxury Hub

Lascia un commento