Seguici sui Social

NovitàTest Drive

Audi Q8. Il meglio di due mondi

Sbalzi corti, passo lungo, muscoli in vista. Leader in Italia del segmento E-SUV coupé, nuova Audi Q8 coniuga il meglio di due mondi: il carattere di una coupé a cinque porte e la versatilità di un grande SUV. L’imponente single frame ottagonale si estende ora sino alla base dei gruppi ottici ed è caratterizzato da una griglia dal layout inedito. La grinta del modello è ulteriormente sottolineata dalle prese d’aria frontali, ancora più ampie rispetto al precedente modello, e dai terminali di scarico ridisegnati.

La sportività della vettura è rafforzata dal pacchetto look nero, a richiesta, ampliabile optando per la maschera del single frame, le cornici dei finestrini, gli anelli Audi e gli inserti ai paraurti, all’estrattore e alle minigonne in configurazione total black. I nuovi proiettori a LED Audi Matrix HD con spot laser – una novità assoluta per Audi Q8 – così come i gruppi ottici posteriori con tecnologia OLED – anch’essi una novità per il modello – conferiscono al SUV coupé un’inedita firma luminosa. Nella zona posteriore, la fascia a LED che raccorda i gruppi ottici integra un ampio inserto in nero lucido, ora più pronunciato, corredato degli anelli Audi.

La rinnovata corporate identity del Brand, portata al debutto dalla full electric Audi Q8 e-tron, viene estesa a nuova Audi Q8 TDI e TFSI. Caratterizzata dal design bidimensionale (2D) dei quattro anelli, prevede la denominazione modello con lettering Audi in corrispondenza dei montanti B.

Possibilità di personalizzazione ampliate

Nuova Audi Q8 può contare su possibilità di personalizzazione ancora più ampie rispetto al precedente modello. È ad esempio possibile scegliere tra cinque inserti decorativi, tra i quali le novità in carbonio twill opaco e alluminio con goffratura lineare, inedite tinte metallizzate di derivazione Audi Sport – oro Sakhir e blu Ascari – e una completa gamma cerchi che annovera cinque nuove proposte con dimensionamenti da 21 a 23 pollici.

Grazie all’integrazione in vettura dell’App Store, i Clienti possono accedere in modo diretto e intuitivo alle applicazioni più diffuse di terze parti (ad esempio Spotify o Amazon music) attraverso l’interfaccia multimediale MMI. Quanto ai sistemi di assistenza alla guida, nuova Audi Q8 può contare su di un rilevamento ancora più preciso di quanto accade attorno alla vettura. L’Audi virtual cockpit con risoluzione Full HD riporta così un ampio set d’informazioni che spaziano dall’avviso di cambio di corsia alla presenza di altri utenti della strada (camion, auto e moto), dalla distanza di sicurezza all’assistenza agli incroci sino alle informazioni online sui semafori.

Equipaggiamenti di serie ancora più ricchi in abitacolo: sono ora inclusi i sedili anteriori riscaldabili, l’Audi smartphone interface corredata del citato App Store, l’Audi phone box light per la ricarica induttiva dello smartphone e, nel caso di Audi SQ8 TFSI sport attitude, il pacchetto assistenza City. Il pacchetto opzionale Innovative Virtual, infine, abbina con un vantaggio Cliente del 30% i proiettori con spot laser alla summa dei sistemi di assistenza alla guida prevedendo i pacchetti Tour, City e assistenza al parcheggio con Park Assist Plus cui si aggiungono i retrovisori laterali elettrocromatici, il volante sportivo riscaldabile e il cruscotto integralmente digitale Audi virtual cockpit plus.

Sospensioni pneumatiche adattive sport di serie

Commercializzata in Italia in oltre 9mila unità dal lancio, avvenuto nel 2018, Audi Q8 si avvale di serie di soluzioni tecniche raffinate quali le sospensioni pneumatiche adattive adaptive air suspension sport che, mediante il controllo della dinamica di marcia Audi drive select, consentono di variare sino a 90 mm l’altezza da terra della vettura.

Sempre agendo mediante l’Audi drive select è possibile selezionare la modalità di marcia offroad, grazie alla quale il controllo elettronico della stabilità attiva una taratura specifica per l’impianto frenante, il sistema di trazione e l’ESC, così da garantire prestazioni al top anche lontano dall’asfalto. In aggiunta, entra in azione l’assistenza alla discesa che in presenza di pendenze superiori al 6% supporta il conducente mediante interventi frenanti automatici onde mantenere costante la velocità opzionata sino a un massimo 30 km/h. La piattaforma elettronica dell’assetto rileva l’angolo d’inclinazione dell’auto e un indicatore in corrispondenza dell’MMI fornisce al conducente l’informazione in tempo reale.

Allo sterzo progressivo, a demoltiplicazione e servoassistenza variabili, previsto di serie, Audi affianca lo sterzo integrale, in grado di sterzare le ruote posteriori sino a un massimo di 5 gradi. Ruote posteriori che alle basse velocità agiscono in direzione opposta alle anteriori: il diametro di volta del SUV coupé si riduce così di oltre un metro, a tutto vantaggio dell’agilità. Alle elevate velocità le ruote posteriori sterzano nella medesima direzione (sino a 1,5°) delle anteriori, incrementando la stabilità di Audi Q8.

I freni, all’avantreno corredati di pinze fisse in alluminio a sei pistoncini, si avvalgono di dischi anteriori da 375 millimetri di diametro e posteriori da 350 millimetri.

Lo sterzo integrale, a richiesta per Audi Q8, costituisce una dotazione di serie per Audi SQ8 TFSI al pari delle sospensioni pneumatiche adattive in configurazione S, dalla taratura marcatamente sportiva.

Tecnologia mild-hybrid a 48 Volt per i motori V6

Al lancio, nuova Audi Q8 è proposta con due motori Diesel e un propulsore a benzina che condividono il frazionamento (6 cilindri), l’architettura a V, la cubatura di 3 litri e la tecnologia mild-hybrid a 48 Volt. Nel caso di Audi Q8 45 TDI, il 3.0 TDI eroga 231 CV e 500 Nm di coppia. Il SUV coupé dei quattro anelli accelera così da 0 a 100 km/h in 7,1 secondi e raggiunge una velocità massima di 226 km/h. Ad Audi Q8 50 TDI è riservata la versione più potente del V6 TDI, accreditata di 286 CV e 600 Nm. Per lo scatto da 0 a 100 km/h sono sufficienti 6,1 secondi, mentre la velocità massima tocca i 241 km/h. Il 3.0 turbo benzina a iniezione diretta appannaggio di Audi Q8 55 TFSI eroga 340 CV e 500 Nm di coppia cui conseguono uno 0-100 km/h in 5,6 secondi e una velocità massima autolimitata di 250 km/h. Nel corso del 2024 debutterà la versione plug-in hybrid che completerà la gamma del rinnovato SUV coupé dei quattro anelli.

Audi Q8

Il V6 3.0 TDI, nello specifico, può contare su soluzioni evolute in molteplici ambiti. Dotato di alberi a camme cavi, pesa solamente 190 kg, complice il basamento in ghisa a grafite vermicolare. Per beneficiare della temperatura d’esercizio ottimale in ogni situazione di guida, il basamento e le testate dispongono di circuiti del liquido di raffreddamento separati. Canali specifici consentono il raffreddamento dei pistoni mediante olio. Le fasce elastiche e gli spinotti dei pistoni sono concepiti per ridurre al minimo l’attrito e la pompa del lubrificante opera in modo totalmente variabile. Cuscinetti a commutazione idraulica collegano il motore al telaio ausiliario dell’assale anteriore, così da eliminare le vibrazioni. Il singolo turbocompressore agisce con una pressione di sovralimentazione di 2,0 bar.

Tutti i V6 lavorano in abbinamento alla trazione integrale permanente quattro con differenziale centrale autobloccante che, in condizioni ordinarie, ripartisce la coppia secondo il rapporto 40:60 tra avantreno e retrotreno. In caso di perdite d’aderenza, la maggior parte della spinta viene trasferita verso l’assale che garantisce una superiore trazione: in funzione delle condizioni di guida, fino a un massimo del 70% anteriormente e dell’85% posteriormente. Adottando uno stile di guida sportivo, la gestione selettiva della coppia sulle singole ruote – un plus portato in dote dal controllo elettronico della stabilità (ESC) – applica una lieve forza frenante alle ruote interne alla curva, scongiurando l’insorgere del sottosterzo.

Condiviso da tutti i propulsori anche il cambio automatico tiptronic a otto rapporti del tipo con convertitore di coppia che, grazie a soluzioni tecniche raffinate quali la frizione di separazione e la pompa dell’olio elettrica, interagisce con la tecnologia MHEV. Quest’ultima, nell’esercizio di marcia reale, può ridurre i consumi fino a un massimo di 0,5 litri ogni 100 chilometri. La rete di bordo a 48 Volt, spina dorsale del sistema mild-hybrid, vede l’alternatore-starter azionato a cinghia (RSG), collegato all’albero motore, recuperare fino a 8 kW di potenza nelle fasi di decelerazione; questa energia viene immagazzinata in una specifica batteria agli ioni di litio, da cui viene successivamente veicolata ai dispositivi integrati nella rete di bordo. Qualora il conducente rilasci il pedale dell’acceleratore a velocità comprese tra 55 e 160 km/h, nuova Audi Q8 è in grado di avanzare per inerzia “in folle” o di veleggiare a motore spento per un massimo di 40 secondi. Non appena il conducente preme nuovamente l’acceleratore, l’RSG riavvia il motore in modo più rapido e progressivo rispetto a un motorino di avviamento tradizionale. La modalità start/stop è attiva già a partire da 22 km/h.

Audi SQ8 TFSI: V8 4.0 biturbo da 507 CV

Nuova Audi SQ8 TFSI, versione sportiva del SUV coupé high-end, si distingue esteticamente per lo spoiler anteriore ridisegnato, il single frame ottagonale corredato della massiccia cornice in argento opaco, le calotte dei retrovisori laterali e le cornici delle prese d’aria in look alluminio oltre che per le protezioni sottoscocca e l’estrattore specifici. Analogamente ad Audi Q8, anche la versione S può avvalersi dei pacchetti look nero.

507 CV e 770 Nm di coppia: il V8 4.0 TFSI appannaggio di Audi SQ8 TFSI garantisce uno scatto da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi con un passaggio da 80 a 120 km/h in 3,8 secondi. Tempi degni di una sportiva. La velocità massima è limitata elettronicamente a 250 km/h. Il V8 biturbo si avvale di soluzioni tecnicamente raffinate quali l’iniezione diretta della benzina, il rivestimento al plasma delle camicie dei cilindri, il sistema cylinder on demand (COD) che “spegne” quattro cilindri ai carichi medi e ridotti, la fasatura variabile lato aspirazione e scarico e i due turbocompressori twin scroll. Il propulsore lavora in abbinamento alla trasmissione automatica tiptronic a 8 rapporti e alla trazione integrale permanente quattro che, per un comportamento di marcia ancora più dinamico, può essere integrata dal differenziale posteriore sportivo che distribuisce attivamente la coppia tra le ruote del medesimo asse. Un ulteriore elemento tecnico di pregio è costituito dalla stabilizzazione antirollio attiva, inclusa – analogamente al differenziale posteriore sportivo – nel pacchetto Telaio Advanced.

Lascia un commento