Seguici sui Social

Hi-TecNovitàUtility

New WiDna Sep System 2024 – Stop cyber attack!

La tecnologia ci ha senza dubbio semplificato la vita, anche mentre guidiamo, ma al tempo stesso ha complicato la gestione della sicurezza. Pertanto, è essenziale assicurarsi una protezione completa sia contro i furti che le nuove minacce, come l’hackeraggio, che può compromettere la sicurezza elettronica delle nostre auto.

La centralina elettronica, ad esempio, è un piccolo dispositivo informatico che supervisiona tutte le funzioni dell’auto, come l’apertura delle porte, l’accensione e il controllo della temperatura. Ciascun modello è dotato di una centralina con un codice unico, il quale è ben noto ai ladri, poiché cercano di procurarsi la centralina corretta per commettere il furto.

Anche i sistemi di accesso senza chiave nelle automobili, meglio noti come KEYLESS, offrono comodità ai conducenti ma, allo stesso tempo, aprono una porta agli hacker informatici. Il furto di auto con chiave KEYLESS sta diventando sempre più comune, principalmente perché i dispositivi elettronici utilizzati dai ladri sono facilmente reperibili online a prezzi convenienti.

Bastano pochi secondi per aprire l’auto e metterla in moto. Questi tipi di “cyber attack” capitano sempre più spesso. Un trend in crescita che purtroppo riguarda tutti i dispositivi tecnologici connessi a internet, comprese le vetture di nuova generazione: auto sempre più “intelligenti”, che si connettono alla Rete e che integrano i propri sistemi infotainment con gli smartphone e le app ad essi collegati.

Questo fenomeno, battezzato con il termine automotive hacking è pressoché sconosciuto a molti. Molti conoscono, ad oggi, le tecnologie presenti a bordo, gli innovativi sistemi ADAS di assistenza e sicurezza alla guida, gli applicativi di infotainment, ma pochi sono consapevoli che all’aumentare della tecnologia, aumentano anche le vulnerabilità. Le auto di ultima generazione possono essere considerate come dei computer su 4 ruote.

Sempre più connesse, sono esposte proprio come i nostri computer, smartphone e tablet agli stessi crimini informatici. Proteggerle con un antivirus è diventato quindi fondamentale. Le porte informatiche di accesso a questi ladri di ultima generazione sono davvero tantissime, dal dispositivo keyless al sistema infotainment a sua volta collegato con il cellulare, fino alle colonnine di ricarica elettrica.

Equipaggiamenti collegati con l’elettronica del veicolo potenzialmente hackerabili: Keyless System, OBD Bluetooth, Infotainment, E-call.

La “destrezza” tecnologica e la velocità dei car-hacker, è incredibile. Sono veri professionisti del furto hi-tech in grado di agire indisturbati “imbrogliando” l’elettronica di bordo captando il segnale attraverso un comune dispositivo tecnologico(facilmente reperibile nel deep web),senza dover rompere i finestrini o scassinare la serratura.

Purtroppo, le case automobilistiche non possono fare molto: per rispetto della normativa europea riguardante il diritto della libera concorrenza, non possono infatti “blindare” l’elettronica del veicolo. Molto, invece, può essere fatto adottando ad esempio il sistema SEP (acronimo di Security Electronic Pack) di WiDna, la soluzione di cyber security più avanzata sul mercato, sviluppata per prevenire, rilevare e contrastare, ogni tipo di attacco e intrusione informatica ai danni del veicolo.

Il Security Electronic Pack è un sistema di sicurezza e controllo che, grazie a un hardware evoluto nascosto sull’auto e a un software intelligente installato sul proprio smartphone, riesce a “ingannare” e a rendere inoffensivi gli attacchi da parte dei car-hacker, riconoscendo in tempo reale le moderne tecniche d’intrusione elettronica, proprio come un potente anti virus. In caso di un’azione di furto e di car hacking, il software invia una notifica di allarme sullo smartphone del proprietario e localizza la posizione esatta del veicolo.

Queste informazioni gestite in modo tempestivo dalla Centrale Operativa WiDna, permettono il recupero del veicolo da parte delle forze dell’ordine.

Leggi anche:

Automobili Estrema investe nella cybersicurezza. Una piattaforma di gestione dati per proteggere le hypercar

Automotive hacking, come proteggersi? Il sistema SEP di WiDna

Lascia un commento