lunedì, Agosto 8, 2022
Hybrid ElectricNewsTest Drive

BMW Serie 2 Active Tourer 223i mild-hybrid – La piccola iX

BMW Serie 2 Active Tourer

Non chiamatemi più monovolume. Eh si, perché la nuova serie 2 active tourer strizza più l’occhio ad una moderna crossover che ad una monovolume classica.

Crossover fuori e monovolume dentro, accattivante e moderna nelle forme e spaziosa a bordo per assecondare le esigenze della famiglia. Nella versione benzina mild-hybrid 223i anche parca nei consumi in ambito cittadino ed eco friendly. E se maciniamo tanti km tutti i giorni su percorsi extraurbani c’è sempre il diesel come opzione da non sottovalutare.

Giunta alla seconda generazione, era il momento giusto per una rivoluzione che la ponesse in linea col nuovo corso stilistico Bmw, quindi ecco il frontale con maxi griglia e doppio rene per dare maggiore impronta sportiva, mantenendo un andamento armonico delle proporzioni.

Tecnologia ed interni da prima della classe, tanto che a bordo sembra quasi di stare in una piccola iX. Compatta fuori ma spaziosa dentro, insomma un’ottima abitabilità. Tanto comfort per chi viaggia sui sedili posteriori, tra l’altro scorrevoli di qualche centimetro per favorire i litri del bagagliaio o i centimetri per le gambe.

Davanti invece a catturare l’occhio è il disegno di plancia e “tunnel” centrale, con quest’ultimo che, grazie all’adozione del cambio shift-by-wire, guadagna una nuova conformazione flottante, sicuramente scenografica e pratica per riporre oggetti.

Anche la plancia fa un grande passo in avanti rispetto alla generazione precedente, con uno stile moderno e ricercato, anch’esso ripreso dall’ammiraglia iX.

L’adozione del pannello curvo posto davanti al guidatore, porta con sé il meglio della tecnologia disponibile al momento, offrendo tante informazioni, tutte gestibili tramite il touch screen dell’infotainment. Una scelta al passo con i tempi, che però in alcune situazioni di vita quotidiana fa sentire l’assenza di qualche tasto fisico, in particolare per la climatizzazione.

Vista la propensione alla vita di famiglia, la sicurezza non può che essere da prima della classe, con una sensoristica attiva sempre attenta e ben tarata che permette una guida rilassata sia in città che nei tratti autostradali.

Lascia un commento