martedì, Giugno 28, 2022
NewsTest Drive

BMW M3 e M4 Competition M xDrive – Cambia la trazione, non la sostanza

BMW M3 ed M4 Competition Xdrive

Prezzo:

Le sorprese dell’ultimo anno, con controversie legate al look e performance a mettere tutti d’accordo. Parliamo delle BMW M3 ed M4 Competition, le super sportive a quattro posti che ora mettono una marcia in più con l’arrivo della trazione integrale xDrive.

Stessi modelli, stessa estetica, che ora, con il senno di poi, possiamo dire abbia tracciato le linee di quasi tutta la gamma, puntando sulla spigolosità e sportività, senza tralasciare mai la personalità.

Per questo non ci dilunghiamo più del dovuto su quest’aspetto, lasciando tutto lo spazio alle performance.

L’arrivo di un nuovo sistema di trazione infatti sposta gli equilibri delle nuove M3 ed M4. 

Molti storceranno il naso, relegando la sportività di casa BMW alle ruote esclusivamente posteriori, in fondo è questo storia ci ha insegnato. 

Ed infatti il simbolo M davanti la sigla xDrive racconta una storia diversa rispetto alle solite trazioni integrali, solitamente più precise, ma anche meno emozionanti.

BMW M4 Competition Xdrive

Una trazione, in questo caso, che non modifica l’indole di queste sportive, grazie ad una taratura in grado di privilegiare in modo spiccato il posteriore, inviando all’occorrenza potenza anche all’avantreno. Questo sistema si potrebbe quindi definire un’arma in più in favore di un’elettronica orientata al piacere di guida, in grado di regolarsi secondo le precise richieste, andando ad offrire un’infinità di regolazioni per ogni esigenza.

Come per il resto dei parametri anche la trazione può essere impostata a proprio piacimento, a seconda se si vuole una guida più bilanciata e sicura, oppure più sportiva. All’occorrenza può essere anche disattivata, tornando ad una vera e propria posteriore, ma con qualche chilo in più.

Parliamo in particolare di circa 40 kg aggiunti dal sistema xDrive, praticamente impossibili da avvertire al volante, come dimostra anche lo scatto, che registra addirittura 4 centesimi in meno nello 0-100.

Nulla in meno, ma qualcosa in più quindi, per un giocattolo da pista in grado di accompagnarci nella vita di tutti i giorni, ed offrirci una sicurezza maggiore in quelle situazioni in cui quattro ruote sono meglio di due, che sia un passo di montagna o semplicemente tratto di strada bagnata. 

Che sia M3 o M4, Berlina o coupé, rimane la stessa filosofia M, una divisione che non ha bisogno di presentazioni grazie ad una storia che la lega indissolubilmente al piacere di guida ed al vero divertimento. E con la trazione integrale la storia non è cambiata.

Lascia un commento