martedì, Giugno 28, 2022
Hybrid ElectricNewsTest Drive

Aiways U5 – La Cina è vicina

Aiways U5

Prezzo Aiways U5:

Distribuzione: 

 Il progresso tecnologico e l’attenzione alle dinamiche ambientali vedono il mondo delle quattro ruote attraversare un processo di mutazione dalla combustione termica all’elettrica.

Un’impostazione nuova di costruire le vetture, che ha ribaltato gli equilibri di potere del settore consentendo all’Oriente di azzerare il distacco tecnologico rispetto al passato, definito da anni ed anni di esperienza nella costruzione di vetture, e trovare un forte dominio per quanto riguarda le materie prime.

E così la nuova Via della Seta non si identifica più in spezie o tessuti, ma con chip e semiconduttori. Un mercato elettrico che nel Vecchio Continente, rappresenta ancora un foglio bianco su cui la Cina vuole mettere la propria firma.

La prima tra le offensive Low Cost a parlare orientale si chiama Aiways, startup fondata nel 2017 a Shanghai, con l’obiettivo di realizzare auto elettriche senza pretese né rinunce. 

Razionale semplicità che troviamo nella prima nata del Marchio: Aiways U5. Appena arrivata nel nostro paese non sconvolge nell’estetica ma si proietta in modo personale nelle nostre città.

Estetica ed interni:

Uno stile non troppo distante dai gusti occidentali ma che si fa comunque riconoscere in particolare per la sua firma luminosa, catturando qualche sguardo curioso al passaggio. All’interno non troviamo un effetto wow, ma una buona qualità di materiali conditi da un notevole apporto multimediale. Come potevamo aspettarci tutto si controlla tramite gli schermi digitali di cockpit ed infotainment, di generose dimensioni, mentre più a sorpresa è la luminosità e lo spazio dell’abitacolo, regalati dalle ampie vetrature ed un passo importante. 

Aiways U5

Segue la moda del momento la scelta di portare pochi tasti fisici, di cui la maggior parte a sfioramento, tanto riuscita esteticamente quanto poco pratica mentre si è alla guida, ma questa critica va rivolta all’interno mondo automobilistico, non solo ad Aiways U5.

Controcorrente è invece la scelta di non dotare il sistema d’infotainment di un navigatore, accessorio praticamente mai utilizzato dall’arrivo di Apple Car Play ed Android Auto. Alla guida nuova Aiways U5 si dimostra una perfetta compagna da tutti i giorni, in grado di trasportare comodamente tutti i passeggeri ed offrire spazio per ogni situazione. Le performance dati alla mano non mancano, e se si va a richiedere il massimo della potenza il sistema propulsivo di questo Suv non si tira indietro offrendo spunto e coppia più che ragguardevoli.

Alla guida:

La filosofia di questa vettura è pacata e si orienta al comfort. Viaggiando senza fretta si riesce ad identificare il massimo delle potenzialità di questo progetto, con un assetto morbido e composto, ed una silenziosità assicurata, oltre dalla presenza dell’elettrico anche dalle soluzioni aerodinamiche e costruttive, che hanno ribaltato le nostre aspettative iniziali.La sicurezza è forse uno dei fattori che ci ha convinti di più, con un reparto di sensori e telecamere quasi da segmento premium ed in grado di leggere con precisione le situazioni a 360 gradi ed agire sempre con efficacia ed intelligenza.

Rispetto a come siamo abituati nel mondo elettrico, l’unica vera mancanza che riusciamo a trovare è nella frenata, con tre diverse modalità di recupero rigenerativo, a cui manca però la funzione One Pedal, comoda nelle situazioni cittadine.  

Per quanto riguarda la durata nel tempo è ancora presto per prendere delle parti, ma dal canto suo Aiways per affermare la bontà del progetto U5 offre 150 mila Km sulla vettura o 5 anni di garanzia, che arrivano fino ad 8 sulle parti più a rischio come motore, centralina e soprattutto pacco batterie.

Insomma in Italia è arrivato un Marchio tutto da scoprire.

Lascia un commento