martedì, Giugno 28, 2022
Hybrid ElectricNewsTest Drive

Renault Austral e-Tech Hybrid – Alla conquista del segmento C

Renault Austral e-Tech

Renalt Austral e-Tech – Prosegue il cammino nella Renaulution e si concentra tutto sul segmento C.

Dopo l’arrivo del crossover Megane e-tech electric, Renault continua con Austral l’offensiva al cuore del mercato europeo presentando un Suv che prende le fila di Kadjar, ed orienta il Focus all’elettrificazione.

Dopo una lunga attesa fatta di camouflage e bozzetti, l’estetica si mostra in tutta la sua spigolosità, fatta di linee geometriche e muscoli in bella mostra. Nuovo Austral punta cosí a trasmettere sicurezza e presenza su strada fin dal primo sguardo, proseguendo le linee tracciate dal nuovo percorso stilistico e tecnologico.

Le proporzioni rimangono massicce e vedono un aumento di dimensioni a tutto tondo. Complice la nuova piattaforma modulare CMF-CD, troviamo più centimetri sia per passeggeri che per i bagagli.

All’interno dell’abitacolo la grande novità riguarda il sistema multimediale OpenR. Già visto su Megane electric, offre uno stile molto più moderno e funzionale, riuscendo a convincere sia per l’estetica che nell’utilizzo quotidiano. Una scelta che pulisce il design abbracciando il minimalismo, ma che non rinuncia a pochi tasti fisici in grado di chiamare le scorciatoie e regolare la climatizzazione senza togliere troppo gli occhi dalla strada.

Vista la sua predisposizione alla vita quotidiana, oltre alla connessione con il proprio smartphone, il sistema OpenR offre una gamma di applicazioni Google, tra cui le Mappe, l’Assistente vocale ed anche il Play Store da cui è possibile scaricare altre App. 

Renault Austral e-Tech

L’abitabilità non manca ed era immaginabile, mentre a sorprendere è l’attenzione ai materiali che troviamo negli allestimenti più ricchi. Risulta evidente quindi una volontà da parte di Renault, di posizionare questo nuovo Austral tra la fascia generalista e quella premium, cercando di catturare l’attenzione di tutto il segmento C.

A limitare l’appeal sul mercato invece, immaginiamo sarà l’assenza di una motorizzazione a gasolio, che lascia il testimone al benzina, proposto in tre differenti soluzioni di elettrificazione.

12 e 48 Volt per chi vuole un ibrido leggero che non si percepisca nella guida, mentre Full Hybrid per chi vive l’auto tutti i giorni in città e vuole abbattere i consumi viaggiando per piccoli tratti a zero emissioni, la scelta è ampia ed accontenta quasi tutti.

Leggerezza e agilità sono due parole chiave: i tecnici francesi hanno svolto infatti un lavoro simile a quanto visto su nuova Megane elettrica, riuscendo a contenere il peso a soli 1.400 kg nonostante la presenza di batterie sotto al pianale.

Questo permette non solo di favorire una buona dinamicità, ma anche di stressare meno i motori e quindi contenere i consumi. 

Le innovazioni tecnologiche di Austral parlano poi di un raggio di sterzata al di sopra della categoria offerto dalle quattro ruote sterzanti, soluzione pratica nella vita cittadina che ora propone un angolo fino a 5 gradi. 

Nuova Renault Austral condisce così l’offensiva del gruppo francese ad uno dei segmenti più in voga del mercato, proseguendo con coerenza ed efficacia il proprio percorso mirato a favorire un futuro più sostenibile ed elettrificato, ora per tutta la famiglia.

Motori Renault Austral

  • Mild Hybrid 12 V: 140 o 160 Cv
  • Mild Hybrid Advanced 48 V: 130 Cv
  • E-Tech Full Hybrid: 160 o 200 Cv

Dimensioni:

Lascia un commento