martedì, Giugno 28, 2022
Hybrid ElectricNewsTest Drive

Skoda Enyaq Coupé iV e Coupé RS iV – Salto di qualità

Enyaq Coupé iV

In Repubblica Ceca, a 50 km da Praga si trova un paesino, Mladá Boleslav, che conta poco meno di 45 mila abitanti ma la sua fama si sparge in tutto il Paese. Un polo tecnologico nonché cuore pulsante del brand Skoda.

Qui infatti, oltre all’omonimo museo, vedono la luce la maggior parte dei modelli del Brand ceco. Da Octavia ad Enyaq, la piattaforma tedesca MEB la fa da padrona ponendo le radici anche per l’ultima arrivata.

Parliamo di Enyaq Coupé iV, il suv elettrico che riscrive il suo stile mettendo la coda. Un ritocco che cambia radicalmente l’estetica donandole una nuova identità visuale. 

Più orientata verso l’asfalto, la linea si distingue principalmente nella parte posteriore dove il tetto in cristallo, tra l’altro di serie su tutte le versioni, cade in modo filante verso il lunotto. Una scelta non solo di stile e che offre un miglioramento sull’aerodinamica, raggiungendo un coefficiente di soli 0,23 Cx, tradotto nella vita reale porta un guadagno di circa 15 km di autonomia.

La piattaforma MEB

Grazie alla piattaforma MEB le dimensioni interne rimangono invariate per i passeggeri, mentre il bagagliaio perde solo 15 litri, quelli del tetto spiovente.

La linea coupé va a braccetto con la sportività che trova la massima espressione con l’arrivo di una versione curata dai tecnici Racing Sport.

Enyaq Coupé iV coda

I motori diventano due, posizionati su entrambi gli assi per assicurare una trazione integrale orientata, al contrario della variante 80x, non solo alla sicurezza ma principalmente al piacere di guida.

Enyaq Coupè iV RS

Piccoli ritocchi estetici ridefiniscono anche il look di Enyaq Coupé RS, l’aggressività passa attraverso gli inserti neri a contrasto su tutto il frontale, e la vista notturna si impreziosisce grazie alla calandra in cristallo illuminata.

Appeal sportivo che non deve però far sembrare Enyaq Coupé RS una sportiva dura e pura. Ci troviamo infatti su un suv e, nonostante le prestazioni di tutto rispetto, il comfort non manca.

L’ambiente è curato e rimane stilisticamente legato alla gemella “standard” apportando giusto qualche ritocco di finiture in grado di esaltare la qualità percepita, già elevata negli altri allestimenti.

La risposta dell’acceleratore è istantanea e l’assetto può essere modificato in modo attivo, cucendosi addosso la vettura in base ad ogni esigenza. In qualunque situazione la si guidi a stupire è la silenziosità. Abituati alla versione con tetto piano, qui i fruscii sono notevolmente diminuiti andando a beneficiare il piacere alle alte velocità.

L’unica mancanza che notiamo nella versione RS è l’assenza dell’impostazione One Pedal, probabilmente non coerente con l’indole sportiva di questa Enyaq ma che comunque in città può fare comodo.

Nonostante Skoda sia il Marchio della line-up Volkswagen meno blasonato, negli ultimi modelli, ed in particolare con l’arrivo di questa Enyaq Coupé sembra voler emergere dalla massa, convincendo con una qualità sopra le righe rapportata ad un prezzo da prima dellaclasse.

Lascia un commento