sabato, Maggio 28, 2022
Hybrid ElectricNewsTest Drive

Nuova Volkswagen ID 4 GTX: Normandia e Bretagna, emozioni elettriche!

Volkswagen ID 4 GTX

Volkswagen ID 4 GTX: Un viaggio elettrico attraverso le Alpi, per godere a pieno delle vette innevate rispettando il silenzio e la purezza delle montagne.

Con ben 1500 km già alle nostre spalle e gli occhi pieni di magia invernale ci dirigiamo verso la costa atlantica francese

 ​​Una sfida elettrica non facile ma che ci ha permesso di tirare i primi bilanci per quanto riguarda autonomia e rete di ricarica. Per quest’ultima la Svizzera non ha nulla da imparare con colonnine ultra fast ogni 100 km circa e l’estrema facilità di pagamento, attuabile universalmente con un solo account ed in qualche caso addirittura in contanti alla cassa.

In autostrada poi si sente il distacco dalla rete Italiana, con colonnine in quasi ogni stazione di servizio, abbattendo del tutto ogni ansia di ricarica.

A farci stare tranquilli poi ci ha pensato la Volkswagen iD.4 GTX che ci ha accompagnato a più di 2000 metri di altezza con la sicurezza della trazione integrale e in autostrada con tanta autonomia e l’estrema velocità di ricarica.

Con un pieno di elettroni sotto al pianale seguiamo le coste della Normandia proseguendo verso la Bretagna, dove ci colmiamo gli occhi di bellezza attraversando castelli fiabeschi come Mont-Saint- Michel o Cap Frehel. 

Volkswagen ID 4 GTX

​​Il paesaggio costiero ci fa da cornice e ci permette di scoprire più dettagliatamente i reali valori di autonomia della nostra ID.4 GTX, aprendoci gli occhi su quanto influisca la nostra velocità e stile di guida sui km disponibili.

Se in autostrada infatti pianificare una ricarica ogni 300 km sia il giusto compromesso tra tranquillità e percorrenza, a velocità inferiori ai 90 km/h raggiungiamo quasi i valori dichiarati da Volkswagen di 480 km con un pieno.

Nonostante l’inarrestabile trazione integrale, ci sono posti in cui neanche la nostra Volkswagen riesce ad arrivare. Quindi per raggiungere la parata di granito rosa a picco sul mare del Sentiero dei Doganieri, parcheggiamo la nostra ID.4 in una delle tante colonnine disponibili e ci godiamo un po’ di sole ed il fruscio dell’acqua sugli scogli prima di ripartire per il viaggio di ritorno.

L’ultimo paesaggio prima dell’autostrada di ritorno sono i megalitici monumenti di Carnac, pietre misteriose che seguono un disegno imperscrutabile che dapiù di 4000 anni sono avvolte da un alone di mistero.

Dopo l’ennesima colonnina di ricarica veloce all’autogrill ci facciamo spingere dal vento attraverso tutta la Francia trovandoci in breve tempo in Svizzera, dove possiamo tornare ad ammirare il paesaggio invernale incontaminato con la sicurezza di una guida assistita di ultima generazione e l’immancabile trazione integrale intelligente.

Qui non riusciamo a resistere al richiamo delle distese innevate e tiriamo fuori anche gli sci da un bagagliaio che sembra non voler finire mai, permettendo a questa Volkswagen ID.4 GTX di stupirci per un’ultima volta.

Lascia un commento