lunedì, Novembre 29, 2021
Utility

Con Suzuki l’inverno non è più un problema

L’autunno e l’inverno sono periodi dell’anno che devono essere affrontati con mezzi in piena efficienza, per poter compiere ogni spostamento in totale tranquillità e con il necessario comfort. Con la stagione fredda ormai alle porte, Suzuki in collaborazione con Agos, propone quindi le campagne “Service Tasso Zero*” e “Service Interessi Zero**”. L’iniziativa, valida fino alla fine dell’anno, permette ai Clienti di recarsi presso la rete delle concessionarie e delle officine autorizzate Suzuki per fare tutti gli interventi desiderati e di finanziare l’importo dovuto.

Tutti coloro che si recheranno nei centri di assistenza ufficiali Suzuki entro il prossimo 31 dicembre per fare controlli, riparazioni o tagliandi, così come per acquistare pneumatici o accessori avranno la possibilità di finanziare questi interventi di manutenzione. A seconda della cifra da saldare, si potranno infatti sfruttare i finanziamenti “Service Tasso Zero” e “Service Interessi Zero”, messi a punto da Suzuki Finance in collaborazione con Agos. Entrando nel dettaglio, “Service Tasso Zero*” è il prodotto dedicato a chi vuole finanziare importi compresi tra i 200 e i 1.500 Euro IVA inclusa e prevede un TAN e un TAEG dello 0%, con costi azzerati e senza anticipo. Per le cifre tra i 1.501 e i 5.000 Euro sempre IVA inclusa la soluzione prevista è invece “Service Interessi Zero**”, TAN 0,01% TAEG MAX 5,89%. In entrambi i casi la prima rata è a 30 giorni e la durata può variare tra i sei e i dieci mesi.

Da oltre un secolo Suzuki focalizza sul Cliente ogni suo progetto e tutta la sua attività e le campagne “Service Tasso Zero” e “Service Interessi Zero” rientrano proprio in questa filosofia. Gli automobilisti potranno avere vetture sempre affidabili e sicure in ogni condizione, con la possibilità di finanziare gli interventi di manutenzione necessari. In un momento storico ed economico delicato come quello attuale, Suzuki intende dunque dare un aiuto concreto alla clientela e in particolare ai privati, che pesano sulle sue vendite per il 95,6% (dato Unrae gen-set 2021), una percentuale più alta che per qualsiasi altra Casa operante in Italia.

Lascia un commento