lunedì, Ottobre 18, 2021
NewsTest Drive

BMW i4 M50 – Stile, performance e sostenibilità

Sostenibilità fa rima con performance per BMW, che con la nuova i4 M50 reinventa il concetto di berlina a zero emissioni proponendo la sua prima elettrica ad alte prestazioni.

BMW i4 M50

BMW i4 M50: Si basa sulla “semplice” i4 , da cui riprende l’ottimo telaio e gestione dei pesi, a cui però aggiunge potenza e soprattutto coppia a non finire. La tecnologia è tanta e tutta orientata al piacere di guida: sospensioni adattive, così come lo sterzo sportivo.

Anche l’estetica beneficia di questo allestimento sportivo, con la fibra di carbonio che invade i dettagli estetici e le rifiniture interne, con una notevole riduzione dei pesi, a tutto vantaggio dell’agilità. Di sicuro le differenze più interessanti riguardano il motore, dove i numeri parlano da soli, raccontando di una coupé che vuole fare il verso ad una supercar. All’interno le novità riguardano la digitalizzazione, con il sistema di infotainment che si aggiorna raggiungendo addirittura i 15 pollici, affiancato al cockpit anch’esso digitale. Si aggiorna anche il sistema operativo, che ora è dotato di connettività 5G permettendo gli aggiornamenti a distanza.

Un completo reparto di telecamere e sensori consente una lettura in tempo reale di ciò che avviene intorno alla vettura comunicando direttamente con gli ADAS e favorendo una guida sicura e rilassata, in particolare sulle lunghe percorrenze. Quest’ultime solito tallone d’Achille dell’elettrico che però, grazie ad una batteria da 83,9 kWh, in questo caso assicura fino a 510 km in ciclo WLTP (590 nella versione a trazione posteriore).

BMW i4 M50 interni

BMW inizia così il proprio percorso per portare performance elevate in vetture a zero emissioni, lanciandosi in un segmento quasi inesplorato che, nonostante i dubbi del mercato, sembra essere il futuro della sportività a quattro ruote.

Lascia un commento