lunedì, Settembre 27, 2021
NewsUtility

Audi City Lab 2021: si presenta il futuro a quattro anelli

Fino al 27 settembre Audi City Lab accoglie il pubblico presso Spiga 26, il progetto di rigenerazione urbana di Hines che ospita l’edizione 2021 del laboratorio di idee targato Audi che, come da tradizione, anima Milano con attività e progetti ad hoc. L’Audi City Lab, infatti, ospiterà i racconti di chi sta progettando un domani in sintonia con il mondo che ci circonda, mettendo al centro l’uomo e la sua unicità che messa a fattor comune genera progresso e conoscenza. Soprattutto in momenti di ripartenza come quelli che stiamo vivendo. Esperienze che raccontano avanguardia e nuovi orizzonti da esplorare come testimoniato dall’installazione di Marcel Wanders studio, raccontata sul palco da Gabriele Chiave, uno dei due direttori creativi. Grazie alla visione di Marcel Wanders studio, la location si è trasformata in un’installazione unica. L’atelier di design di Amsterdam, infatti, ha creato un’esperienza immersiva che prende il nome Enlightening the future, all’interno della quale il visitatore si interfaccia in prima persona con i giochi di luce e le soluzioni creative presenti, diventando egli stesso creatore e spettatore dell’esperienza. Il pubblico, in connessione con i contenuti del mondo Audi, viene proiettato in una dimensione emozionale ed avvolgente in cui Audi A6 e-tron concept, in anteprima nazionale, e la Granturismo Audi RS e-tron GT sono inconsueti oggetti d’arte che si svelano dietro a una moderna e suggestiva teca di luce.

In ogni dettaglio forme espressive comunicano una tensione verso il futuro, un futuro fatto di creatività, visione e progresso che trova testimonianza nelle voci di grandi protagonisti dei nostri tempi. E proprio di rinascita e ripartenza parla Mario Calabresi, giornalista e scrittore che nel suo libro “La mattina dopo” mette in evidenza racconti che parlano di resilienza e di coraggio di rimettersi in gioco. Con Calabresi verranno approfondite le conquiste che hanno contraddistinto il progredire dell’umanità e che hanno scritto la storia moderna. Storia che viene scritta e narrata da Gabriele Muccino, regista e sceneggiatore, che con la propria arte racconta l’evoluzione della realtà. Il cinema infatti rispecchia i cambiamenti della società, modificando il linguaggio con cui si esprime e le modalità di fruizione, grazie alle nuove piattaforme e ai nuovi supporti attraverso cui viene fruito. Con Muccino verrà indagato come è cambiata la società e quindi il tessuto socio-culturale da cui attingere l’ispirazione. In una realtà in cui ogni giorno raccontiamo e condividiamo la nostra vita con brevi storie, cambia l’ideazione e la realizzazione del prodotto creativo e il nuovo intrattenimento prende forme diverse e diventa a episodi, come specchio della nostra realtà.

Fabrizio Longo, Direttore Audi Italia, assieme a Henrik Wenders, Senior Vice President AUDI AG, indagheranno gli scenari in cui Audi si inserisce come provider di mobilità sostenibile. Come avviene per le auto, anche le città del futuro mettono al centro della loro progettazione i cittadini e le loro esigenze e il nuovo modo di intendere la comunità in cui vivono. Con la digitalizzazione, le nuove tecnologie, e l’attenzione all’ambiente, l’uomo torna al centro. E l’industria automotive è stata tra le prime a cambiare rotta. L’abitacolo è il nuovo cardine del design e gli interni diventano il nuovo fulcro progettuale. Un cambio di paradigma epocale e rivoluzionario per la progettazione delle auto del futuro.

In questo mondo che viaggia sempre più veloce, Francesco Ragazzi, founder e creative director Palm Angels, cinque anni fa ha dato vita a quella che Forbes ha annoverato tra le miglior 10 start-up nel fashion system del 2016. Art Director con formazione in Fashion Communication, Francesco Ragazzi, milanese di nascita, ha dato il via al progetto Palm Angels nel 2011, con una documentazione fotografica della skate culture di Los Angeles. Da questo primo lavoro ne derivano un libro pubblicato da Rizzoli nel 2014 e una collezione di abbigliamento nata nel 2015. L’occhio fotografico dei suoi scatti verso una subcultura peculiare e duratura, è lo stesso che Ragazzi applica nelle sue collezioni. L’obiettivo di Ragazzi è appropriarsi degli elementi chiave per trasformarli in nuovi significati, pur mantenendo inalterata tutta la loro autenticità e la loro capacità di raccontare una storia. La loro storia.

Lascia un commento