lunedì, Agosto 8, 2022
Utility

Su strade senza banchina, multe impugnabili per autovelox

Nuova speranza di evitare il pagamento delle multe da autovelox per tutti gli automobilisti dalla guida veloce.

Su strade senza banchina, multe impugnabili per autovelox

Il caso

Protagoniste di questo sogno sono le strade a scorrimento veloce con autovelox con sistema di rilevamento automatico.

Considerando che si tratta di un autovelox installato in un’area priva di banchina per la sosta di emergenza, il Tribunale di Firenze, ha aperto la strada ai tanti ricorsi accogliendo la domanda di annullamento di una contravvenzione per eccesso di velocità perché il dispositivo, funzionante in assenza di pattuglie. In attesa di eventuali giudizi di grado superiore, il pronunciamento costituisce un importante precedente, seppur non vincolante, che rischia di influenzare gli orientamenti di altri Tribunali e che potrebbe aprire la strada a una serie di ricorsi in tutta Italia.

La sentenza

La sentenza, depositata il 26 settembre, è originata da un ricorso presentato da un automobilista. Questo è stato multato nel capoluogo con un apparecchio posizionato nel centro abitato, in una strada classificata dal Comune come urbana di scorrimento.

Nella domanda il conducente aveva replicato che il tratto in questione non poteva essere considerato in quanto privo di banchina che permettere la sosta di emergenza.

Per legge

È chiarissima infatti questa sentenza, la quale sottolinea che solo nelle strade urbane di scorrimento è possibile attivare il controllo elettronico della velocità dei veicoli nei centri abitati. Senza la presenza degli agenti bisogna comunque avere sempre l’autorizzazione della Prefettura e il manufatto deve avere una banchina idonea a permettere la sosta di emergenza dei veicoli.

Infatti, nonostante gli Autovelox possano essere impiegati dalle Forze dell’Ordine su tutti i tipi di strade, la legge n. 168/2002 prevede che possano essere impiegati in maniera automatica solo su certi tipi di strade. Per quelle classificate come extraurbane secondarie e urbane di scorrimento occorre, inoltre, anche una specifica autorizzazione del Prefetto.

 

Lascia un commento