domenica, Dicembre 4, 2022
Test Drive

Honda Civic Type R: cattivissima dentro

Dal Giappone, la berlina che diventa supersportiva

honda civic type r

Civic Type R: la “peperina” di casa Honda

Una berlina da pista. Così può essere definita la nuova Honda Civic Type R, una cinque porte con assetto altamente sportivo. Le forme, già sullo stile performante, esaltano l’aerodinamicità del veicolo. Infatti, in tal senso i piccoli accorgimenti alla carrozzeria migliorano la stabilità ad alta velocità oltre che dare un rinnovato stile alla Type R, riconoscibile grazie all’alettone posteriore.

Il “tono” sportivo si nota anche all’interno tra i sedili, i colori e il pomello del cambio.

Ed arriviamo al motore, ciò che rende “cattiva”, la Honda Civic Type R: un 2.0 turbo benzina che eroga 320 cv e 400 nm di coppia per una velocità massima di 272 km/h.

Ma altre caratteristiche – non solo il look e il motore – la rendono un auto da pista. Trazione anteriore, differenziale meccanico autobloccante, ammortizzatori a controllo elettronico, sterzo a passo variabile e acceleratore drive by wire. Un assetto altamente sportivo con specifici sistemi di guida: sport e +R. E con questi strumenti, andare in pista sarà sicuramente divertente per capire quali sono le massime prestazioni. Tutto ciò sempre rispettando la sicurezza di guida.

Gli esperti di M3 l’hanno testata all’autodromo di Vallelunga: guida bassa, stile kart; molto reattiva e divertente, specialmente in curva.

Ma le cinque porte le danno simpaticamente anche un’aria da città, da berlina per il traffico quotidiano. Inserita la modalità confort, si gira agilmente per l’urbe grazie anche ai vari sistemi di assistenza alla guida che porta con sé nel pacchetto Adas quali il cruise control adattivo con allarme distanza di sicurezza, la frenata automatica di emergenza, le telecamere per l’angolo cieco e il sistema di mantenimento automatico della carreggiata.

Honda Civic Type R sarà in vendita in un unico allestimento a 38.700 euro.

Lascia un commento