lunedì, Novembre 29, 2021
News

Un nuovo grande gruppo: Opel entra in PSA


La cessione di Opel Automobile GmbH con i marchi Opel e Vauxhall da parte di General Motors a Groupe PSA è definitiva. “Si tratta di una giornata storica”, ha dichiarato Michael Lohscheller, CEO di Opel Automobile GmbH. “Siamo orgogliosi di entrare a far parte di Groupe PSA e iniziamo ora un nuovo capitolo della nostra storia, dopo 88 anni con General Motors. Continueremo nel nostro percorso, volto a mettere la tecnologia `made in Germany ́ a disposizione di chiunque. L’unione dei rispettivi punti di forza consentirà a Opel e Vauxhall di produrre utili e di autofinanziarsi. Ci siamo posti un obiettivo chiaro: tornare alla redditività entro il 2020”.
“Oggi assistiamo alla nascita di un vero grande gruppo europeo”, ha sottolineato Carlos Tavares, Presidente del Direttorio di Groupe PSA. “Aiuteremo Opel e Vauxhall a tornare alla redditività e insieme intendiamo definire nuovi standard per il settore. Libereremo tutta l’energia di questi marchi iconici e daremo spazio all’enorme potenziale dei loro talenti. Opel resta tedesca e Vauxhall resta britannica. Esse completano alla perfezione la nostra gamma attuale di marchi francesi Peugeot, Citroën e DS Automobiles”. La quota di mercato del nuovo Groupe PSA è ora pari a circa il 17 per cento in Europa, un valore che lo rende il secondo costruttore del continente, e che lo posiziona al primo o al secondo posto nei principali mercati.

Come già assicurato a marzo, al momento della firma del contratto, i diritti di codeterminazione dei dipendenti non subiranno alcuna modifica.
Nei prossimi 100 giorni, la dirigenza di Opel/Vauxhall lavorerà al piano per il futuro. “Non vediamo l’ora di elaborare il piano con il sostegno di PSA e, ovviamente, insieme ai nostri partner del Consiglio di fabbrica e dei sindacati”, ha dichiarato Lohscheller, CEO di Opel. Le sinergie con Groupe PSA, per esempio nel campo degli acquisti e dello sviluppo, avranno un ruolo fondamentale. Nel suo insieme il nuovo gruppo produrrà sostanziali economie di scala e sinergie negli acquisti, nella produzione e nella ricerca e sviluppo, il cui valore a regime è stimato in 1,7 miliardi di euro. L’obiettivo è generare un flusso di cassa operativo positivo entro il 2020 e un margine operativo del due per cento entro il 2020 e del sei per cento entro il 2026.

Per quanto riguarda il futuro, Michael Lohscheller ha intenzione di realizzare una struttura dirigenziale molto più snella, anche per quanto riguarda il numero di riporti diretti al CEO. “Stiamo riducendo la complessità e aumentando la velocità”, ha dichiarato Lohscheller. “Non vedo l’ora di dare un nuovo volto a Opel/Vauxhall insieme ai nuovi dirigenti e di condurre la nostra azienda verso un futuro di successi. Accanto a proprietari e dipendenti, anche i nostri clienti vedranno i vantaggi del rafforzamento dei marchi Opel e Vauxhall”.
PSA e Opel/Vauxhall collaborano dal 2012. Finora, questo lavoro congiunto ha riguardato quattro veicoli di Opel. Il primo modello, Opel Crossland X, è disponibile presso le concessionarie da fine giugno e sarà seguito in autunno da Opel Grandland X, un SUV appartenente al segmento superiore. Il successore di Opel Combo, il veicolo commerciale leggero, giungerà sul mercato il prossimo anno e nel 2019 sarà presentata la prossima generazione di una vettura di grandissimo successo come Opel Corsa.
Opel/Vauxhall e Groupe PSA continueranno a collaborare con General Motors. Oltre allo sviluppo della propulsione elettrica, gli stabilimenti Opel continueranno a produrre veicoli per i marchi GM Buick e Holden.
Parallelamente è in corso l’acquisizione delle attività europee di GM Financial, che è soggetta all’approvazione delle diverse autorità normative, ed è prevista per la seconda metà del 2017.

Lascia un commento